Home Pagelle - I voti degli esperti Inter-Borussia Dortmund 2-0, Lautaro più Candreva e qualificazione riaperta

Inter-Borussia Dortmund 2-0, Lautaro più Candreva e qualificazione riaperta

Cronaca, tabellino, pagelle con top e flop del match Inter-Borussia Dortmund valevole per la terza giornata di Champions League

inter borussia
Inter-Borussia Dortmund 2-0 (Getty Images)

L’Inter sconfigge il Borussia Dortmund e torna prepotentemente in corsa per gli ottavi di Champions. Con questo successo, e il contemporaneo ko dello Slavia Praga col Barcellona, i nerazzurri salgono al secondo posto a pari punti con gli stessi tedeschi ma avanti negli scontri diretti. Ora sarà pressochè decisiva la sfida di ritorno in Germania. Inter compatta e tatticamente perfetta nel primo tempo e così un Borussia Dortmund schieratosi quasi a specchio e troppo laborioso non riesce ad esprimere il suo potenziale, specie quello a campo aperto. I nerazzurri fanno la partita che vogliono e al ventesimo passano: de Vrij serve in profondità per Lautaro scavalcando la difesa tedesca, l’argentino stoppa male ma in scivolata riesce ad anticipare Bürki in uscita mettendo in rete il pallone del vantaggio. I nerazzurri rischiano solo nel finale, con Handanovic che compie un intervento super sul tiro ravvicinato e diretto all’angolino di Sancho. CLICCA QUI per le altre news sull’Inter che nel del secondo tempo lascia completamente il pallino del gioco ai giallo-neri abbassandosi molto. Handanovic e poi Skriniar evitano il pareggio. I ragazzi di Conte soffrono ma a dieci dal termine hanno la chance per il raddoppio: Esposito, al debutto in Champions, si guadagna alla grande il penalty che però Lautaro fallisce. Il raddoppio arriva comunque allo scadere con Candreva in azione di contropiede: due a zero e in cassaforte una vittoria fondamentale.

Pagelle e tabellino di Inter-Borussia Dortmund

TOP

Lautaro – Vive un momento magico, tutto quello che tocca si trasforma in oro. E’ in fiducia e si vede: distribuisce, lotta e ancora una volta va a segno. Inarrestabile, peccato per il rigore sbagliato anche se si rifà nel finale avviando la ripartenza terminata col 2-0 di Candreva.

Skriniar – Preciso e pulito negli interventi, Sanchez gli sfugge solo una volta. Muro invalicabile.

Candreva – Dopo de Vrij e Brozovic c’è lui a distribuire gioco e soprattutto i palloni più interessanti. I limiti restano, ma oggi è un altro giocatore rispetto a quello degli ultimi due anni. Chiude il match in contropiede dimostrando di star bene nelle gambe ma soprattutto nella testa.

Esposito – Entra e gioca la prima di Champions come se fosse la centesima. Personalità debordante, conquista il penalty poi fallito da Lautaro. L’etichetta del predestinato non gli pesa per nulla

FLOP

Lukaku – Impacciato, moscio e mai davvero in partita. Probabilmente ancora fatica a giocare ogni tre giorni e questo, a ottobre inoltrato, è cosa grave.

Inter-Borussia Dortmund 2-0
21′ Lautaro, 88′ Candreva

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; Candreva, Gagliardini, Brozovic, Barella, Asamoah (79′ Biraghi); Lukaku (61′ Esposito), Lautaro (90′ Borja Valero). All.: Conte

BORUSSIA DORTMUND (3-4-3): Bürki; Akanji (73′ Laursen), Weigl, Hummels; Hakimi, Delaney (64′ Dahoud), Witsel, Schulz; Sancho, Brandt, Hazard. All.: Favre

ARBITRO: Taylor (Eng)

NOTE – Ammoniti: Brozovic, Barella, Godin, Weigl, Candreva. 82′ Lautaro sbaglia il calcio di rigore