Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Udinese-Inter 0-2 | Padelli: “Ero emozionato, ma ora sono solo contento”

Udinese-Inter 0-2 | Padelli: “Ero emozionato, ma ora sono solo contento”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:58

Udinese-Inter, il portiere Daniele Padelli ha debuttato in campionato con la maglia nerazzurra dopo aver disputato due ottavi di finale di coppa Italia sotto la guida di Luciano Spalletti

calciomercato inter padelli
Daniele Padelli (Getty Images)

UDINESE-INTER PADELLI/ Non disputava una partita di campionato dal 28 agosto 2016 quando era ancora al Torino, mentre l’ultimo incontro ufficiale che lo aveva visto difendere la porta nerazzurra era stato Inter-Benevento ottavo di Coppa Italia nel gennaio 2018. Questa sera allo stadio Dacia Arena di Udine, Daniele Padelli ha collezionato la sua prima presenza in serie A con la maglia nerazzurra e lo ha fatto mantenendo la sua porta inviolata. Intervistato dopo l’incontro da Intertv, ha potuto esternare tutta la sua emozione per il debutto e la soddisfazione non solo per la vittoria, ma anche per essere rimasto imbattuto. Queste le sue parole in merito: “L’Inter è da sempre la mia squadra, quella per cui ho sempre tifato. Quando ho saputo che avrei dovuto giocare ho pensato innanzitutto di guarire da un leggero stato influenzale. Ero emozionato, ma ora sono solo contento e mi godo questo momento”. Poi ha aggiunto: “È complicato farsi trovare pronti: Samir non molla mai, gioca sempre, dimostra di essere il più forte di tutti. Allenarmi con lui mi ha aiutato tanto, per me lui è il miglior portiere d’Europa. Con lui, Berni e il preparatore Bonaiuti abbiamo creato una squadra davvero affiatata”.

CLICCA QUI per le altre news sull’Inter

LEGGI ANCHE ->>> Calciomercato Inter, Marotta: “Ecco perché non è arrivato Giroud”

Infine ha concluso dicendo: “Sono felice perché ho dimostrato a me stesso di essermi sempre allenato seriamente, mi sono fatto trovare pronto. Non ho fatto niente di particolare, ma credo di aver fatto bene e di aver dato sicurezza ai compagni. L‘emozione è passata dopo il fischio d’inizio”.