Spal-Inter 0-4 | Secondo posto e -6 dalla Juventus. Sanchez super

0
54

Cronaca, tabellino, pagelle con top e flop della gara Spal-Inter valevole per la 33esima giornata del campionato di Serie A

Spal-Inter 0-4 (Getty Images)

L’Inter annienta la Spal tornando al secondo posto. La squadra di Conte accorcia pure a sei punti (sette considerati gli scontri diretti) il distacco dalla Juventus capolista. Insomma il discorso scudetto è tutt’altro che blindato… I nerazzurri fanno la partita contro una Spal però tignosa e ben messa in campo. Brozovic il primo a essere pericoloso con un tiro che va a finire sul palo, poi è il turno di Petagna che si gira in area e con una conclusione, deviata, coglie la traversa. L’Inter rompe il ghiaccio a dieci minuti dalla fine del primo tempo con una grande azione portata a termine, di giustezza, da Candreva. I padroni di casa reagiscono mettendo un po’ alle strette i nerazzurri: proteste furiose per un intervento di Handanovic in uscita su Strefezza, lo sloveno va a scontrarsi con l’esterno estense solo dopo però che quest’ultimo ha già calciato fuori. Giusto quindi non fischiare il penalty. Nel secondo tempo prende sopravvento la netta differenza di valori, l’Inter non lascia scampo alla Spal travolgendola con i gol di Biraghi, Sanchez e Gagliardini. Ora la Roma, una gara da vincere sperando in un altro scivolone di Ronaldo e compagni…

Pagelle e tabellino Spal-Inter

TOP

Sanchez – Devastante, ora Conte ha davvero un’arma in più in attacco. E sarà durissima lasciarlo fuori col rientro di Lukaku

Biraghi – Fa sali e scendi sulla fascia. Progressione costante, gol più assist proprio a Sanchez.

Gagliardini – Finalmente una prova di valore. Prova di intelligenza e qualità, una sorpresa in positivo

FLOP

Bastoni – Timido e un po’ pasticcione, molte volte Conte lo richiama chiedendogli più coraggio e personalità in avvio azione.

SPAL-INTER 0-4
36′ Candreva, 54′ Biraghi, 60′ Sanchez, 73′ Gagliardini

SPAL (4-4-2): Letica; Reca (66′ Cionek), Vicari (82′ Salamon), Bonifazi, Sala; Strefezza (66′ D’Alessandro), Valdifiori, Murgia (82′ Tunjov), Dabo; Petagna, Cerri (74′ Di Francesco). All.Di Biagio

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni  (67′ D’Ambrosio); Candreva (79′ Pirola), Gagliardini, Brozovic; Biraghi (67′ Young); Eriksen; Lautaro Martinez, Sanchez (79′ Esposito). All.Conte

ARBITRO: Guia di Olbia

LEGGI ANCHE >>> Marotta