Inter-Shakhtar 5-0 | Nerazzurri travolgenti, ora la finale col Siviglia

0
59

Cronaca, tabellino, pagelle con top e flop della gara Inter-Shakhtar con in palio la qualificazione alla finale di Europa League

Inter-Shakhtar 5-0 (Getty Images)

L’Inter asfalta lo Shakhtar con un sonoro 5-0 e vola in finale di Europa League. Venerdì a Colonia la sfida col Siviglia di Lopetegui. Per larga parte del primo tempo i nerazzurri impediscono allo Shakhtar di fare il suo gioco con la solita pressione alta e feroce. Handanovic non fa una parata. La squadra di Conte è allo stesso tempo cinica perché al primo errore degli ucraini trova il gol del vantaggio. Pyatov sbaglia il rinvio consegnando il pallone a Barella che serve un assist perfetto sulla testa di Lautaro: torsione dell’argentino e palla in rete. Finale in crescendo dello Shakhtar, anche se la manovra è sterile. Nel secondo tempo l’Inter è travolgente e la formazione di Castro va al tappeto: D’Ambrosio fa il due di testa, poi arriva il tris di Martinez il quale poi serve la palla per il poker a un Lukaku fin lì troppo nervoso. Il belga fa anche la cinquina a gara scaduta e chiusa mettendo il timbro sulla partita, sulla qualificazione in pompa magna a una finale europea in cui l’Inter mancava da dieci anni.

Pagelle e tabellino Inter-Shakhtar

TOP

Lautaro – Doppietta e assist a Lukaku. Rieccolo il Lautaro tanto ammirato anche in quel di Barcellona.

Barella – Indemoniato, con il cross al bacio a Lautaro mostra a tutti che ha anche qualità.

D’Ambrosio – Insieme a Barella incarna alla perfezione lo spirito di Conte. Perfetto, l’ideale sul piano tattico.

Godin – Impeccabile, quasi il Godin dei tempi migliori all’Atletico.

Conte – Non cambia ancora l’undici e fa bene. Squadra a sua immagine e somiglianza, tatticamente annienta Castro. Per lui è la prima finale europea, tutta meritata.

FLOP (Nessuno)

INTER-SHAKHTAR 5-0
18′ e 73′ Lautaro, 63′ D’Ambrosio, 77′ e 83′ Lukaku

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Bastoni; D’Ambrosio, Barella, Brozovic (85′ Sensi), Gagliardini, Young (65′ Biraghi); Lukaku (85′ Esposito), Lautaro Martinez (80′ Eriksen). All.: Conte

SHAKHTAR (4-2-3-1): Pyatov; Dodò, Krivtsov, Khocholava, Matvyenko; Marcos Antonio, Stepanenko; Marlos (74′ Konopyanka), Alan Patrick (58′ Solomon), Taison; Junior Moraes. All.: Castro

ARBITRO: Marciniak (POL)

NOTE – Ammoniti: Taison

LEGGI ANCHE >>> Marotta: “Conte, tutto ormai è dimenticato. Suo lavoro straordinario”