Valentini: “Sono felice che la pace fra Conte e la dirigenza sia stata raggiunta”

0
25

Inter, l’ex dirigente della Figc Antonello Valentini è stato intervistato da TuttoMercatoWeb Radio per avere un parere anche sulla squadra nerazzurra.

Antonio Conte (Getty Images)

INTER VALENTINI INTERVISTA/ L’ex dirigente della Figc Antonello Valentini, è stato intervistato da TuttoMercatoWeb Radio e nel lungo colloquio ha avuto modo di dare un parere anche sulla situazione della squadra nerazzurra. Queste le sue parole: “”Anzitutto sono felice che la pace fra Conte e la dirigenza sia stata raggiunta, è un qualcosa di fondamentale per l’Inter da cui ripartire”. Gli hanno chiesto un parere su Tonali e lui ha spiegato: “Personalmente non ritengo sia pronto per certe sfide europee, ma è anche vero che allenato dal tecnico salentino potrà apprendere molto e sappiamo benissimo come l’allenatore sia bravo a lanciare i giovani. Basta vedere il lavoro fatto con Bastoni quest’anno, sotto gli occhi di tutti. Non nascondo tra l’altro che mi piacerebbe vedere un centrocampo con Barella e Tonali“.  CLICCA QUI per le altre news sui nerazzurri. Ma spunta un patto segreto.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, offerta monstre per Zaniolo: la risposta della Roma

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, scambio due per uno: Conte ha un nuovo mediano

Gli hanno chiesto quante probabilità ci sono di vedere Messi in nerazzurro e lui ha detto: “Non sarei così semplicistico sulla clausola, il Manchester City comunque rimane la candidata principale per acquisire il suo cartellino. Fra le candidate ha le risorse economiche più forti e i mezzi tecnici migliori per convincere il giocatore a firmare, gli inglesi fra le varie formazioni è la più papabile per puntare alla Champions League, anche se l’arrivo dell’argentino chiaramente non la garantisce. Qualcuno aveva ipotizzato un suo arrivo in Italia per agevolazioni fiscali, trovo scandaloso questo regime fin troppo favorevole per altri e non abbastanza vantaggioso per i dipendenti già presenti nei club italiani”.