Handanovic: “Questo è il calcio, dobbiamo essere più cattivi sotto porta”

0
67

Inter, il portiere Samir Handanovic è stato intervistato durante la conferenza stampa di presentazione della Champions League. L’estremo difensore ha voluto dare un consiglio ai suoi compagni e si augura che presto la sua porta torni inviolabile come lo scorso anno

Samir Handanovic (Getty Images)

INTER HANDANOVIC DICHIARAZIONI/ Durante la conferenza stampa di presentazione all’esordio dell’Inter in Champions League contro il Bosrussia M’Gladbach, insieme al tecnico Antonio Conte era presente anche il capitano Samir Handanovic. Approfondiamo la sua intervista. Gli hanno subito chiesto un’opinione, sui troppi gol subiti in questo inizio di stagione e lui ha spiegato: “Un portiere quando prende otto gol è sempre preoccupato, ma a prescindere il gol deve essere vita, sia per l’attacco che per la difesa. I gol portano punti e gioia. E’ anche vero che creiamo tanto, quindi non sono preoccupato perché è normale rischiare qualcosa. Questo è il calcio, dobbiamo essere più cattivi sotto porta”. Gli hanno chiesto se stanno lavorando in tal senso e quanto manca ancora, affinché torni l’affidabilità difensiva della scorsa stagione e lui ha risposto: “Lavorare non abbiamo lavorato perché non c’è stato tempo. L’importante è capire gli errori e correggerli, comunque su questo fatto sono fiducioso. Sicuramente dobbiamo alzare il livello perché in Champions è più difficile, dobbiamo fare meglio tutti”.

Per tutte le altre news di calciomercato sui nerazzurri CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE >>> Conte sotto attacco: “Allenatore ideologo. L’Inter non può permetterselo”

L’ultima domanda ha riguardato il suo futuro e gli hanno chiesto, se pensa di aver ancora qualcosa da regalare alla formazione milanese e lui ha detto: “Non mi vedi bene? (e lo dice ridendo). Io mi sento bene, magari non lo faccio vedere completamente. Ma ho grandi motivazioni e passione, finché avrò voglia di competere sarò sempre qua all’Inter“.