Inter-Torino, Conte: “Poca preparazione, ci sarà da sudare. Perché Eriksen non può fare il Pirlo”

0
106

Le dichiarazioni di Antonio Conte alla vigilia del match Inter-Torino valevole per la ottava giornata del campionato di Serie A

Antonio Conte

In casa Inter è vigilia della sfida col Torino valevole per l’ottava giornata di Serie A. Al ‘Meazza’ i nerazzurri guidati da Antonio Conte saranno chiamati a riscattare gli ultimi deludenti risultati tra campionato e Champions. Ecco le sue parole:

“Difficile preparare partite ravvicinate? Lo è per tutti, non solo per l’Inter, soprattutto per chi disputa anche le competizioni europee. Sarà così adesso e pure dopo Natale. Speriamo la buona sorte ci sorrida un po’. Inter tra le favorite per vincere lo scudetto? Noi dobbiamo lavorare, conosciamo i nostri pregi e difetti. Dobbiamo pensare a noi stessi. Possiamo essere orgogliosi di quanto fatto in un anno, dato che veniamo considerati più competitivi anche rispetto a chi domina da anni in Italia come la Juventus. Mi auguro che rimanga l’equilibrio che stiamo vedendo in campionato. Più durerà, più dovranno emergere alcune situazioni dovute al lavoro e alla continuità. Me lo auguro”.

“Che peso do a statistiche e numeri? Sono numeri importanti, che testimoniano che la squadra ha raccolto molto meno di quello che meritava in questa stagione. D’altro canto subiamo troppi gol rispetto ai tiri che concediamo. Se il trend sarà diverso rispetto alla sosta? Sicuramente potevamo fare meglio, per quello che stiamo facendo vedere in campo, al di là dei risultati, spero che continueremo così. Noi dobbiamo cercare di fare risultato oltre alla prestazione, perché il risultato cambia giudizi e pensieri vari sulla squadra. Inter, Atalanta e Juventus indietro rispetto alle altre? Non so se c’è un motivo chiaro. Noi abbiamo giocato fino al 21 agosto, non abbiamo avuto molto tempo per preparaci alla nuova stagione. Nelle mie squadre l’organizzazione prevale sull’improvvisazione, quindi a mio parere stiamo pagando la poca preparazione. In più c’è più equilibrio rispetto al passato, ci sarà da sudare per tutti”.

Inter, Conte su Eriksen: “Nel ruolo di Pirlo verrebbe penalizzato”

Non sono mancate le domande su Christian Eriksen, finora oggetto misterioso in nerazzurro, da parte dei giornalisti. Una su tutte davvero infuocata, in cui viene chiesto ad Antonio Conte se in futuro il danese potrebbe giocare, ‘alla Pirlo‘, come playmaker basso:

“Come detto faccio sempre le scelte per il bene dell’Inter, credo di fare quelle giuste. Christian ha giocato un buon numero di partite rispetto ad altri giocatori. Quando lo riterrò opportuno, lo metterò titolare o lo farò giocare a partita in corso. Eriksen come Pirlo? Assolutamente no. Penalizzeremmo troppo il giocatore in quel ruolo. Christian ha una grande dote, ha grande qualità nei piedi e verrebbe decisamente penalizzato così lontano dall’attacco“.

Inter
Christian Eriksen (Getty Images)

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Inter, ESCLUSIVO agente Radulovic: “Perfetto per il 3-5-2. Stankovic decisivo”

Interlive.it | Conte-Inter separati in casa: Marotta e la decisione già presa