Cagliari-Inter, Conte: “Siamo con l’elmetto e sott’acqua”. Poi ‘messaggio’ di mercato

0
1320

Le parole di Antonio Conte dopo il match Cagliari-Inter valevole per l’undicesima giornata di Serie A e andato in scena alla ‘Sardegna Arena’

Antonio Conte a Dazn

Con carattere e qualità l’Inter sbanca la ‘Sardegna Arena’ mettendosi per ora alle spalle il fallimento Champions e tornando a meno due dalla vetta occupata dal Milan. Nel post gara, al microfono di ‘Dazn’, è intervenuto Antonio Conte: “Complimenti ai ragazzi, sono stati bravi nonostante le difficoltà di una gara messasi nel modo sbagliato. C’è stata da parte loro una grande risposta, quindi complimenti. Un allenatore dovrebbe essere preoccupato quando la sua squadra non crea occasioni da gol, invece noi ne creiamo tante. Oggi, come mercoledì in Champions, il portiere ha fatto miracoli. Cragno è stato senza dubbio il migliore in campo, quando crei tanto e non segni un po’ di ansia può salire.

Per tutte le altre news sull’Inter CLICCA QUI

LEGGI ANCHE >>> Inter, ESCLUSIVO Galante: “Obiettivo fallito. ‘Caso’ Eriksen e Conte, vi spiego”

Antonio Conte a Dazn

Cagliari-Inter, Conte: “Il piano B sono i cambi. Qualcuno deve andare per rendere la rosa più snella e funzionale”

ERIKSEN – “Io valuto la prestazione di tutti, non mi piace parlare dei singoli. In generale è stata positiva perché abbiamo prodotto tanto, c’è stata una grande risposta dopo l’uscita dalla Champions. Le scorie c’erano nella testa e nelle gambe, ma siamo riusciti a ribaltare un risultato senz’altro ingiusto. Siamo con l’elmetto e sott’acqua. In partite del genere bisogna buttare il cuore oltre l’ostracolo, e noi questo lo abbiamo fatto”.

PIANO B – “Piano B è la difesa a quattro? Per ogni allenatore sono le sostituzioni, che un allenatore fa in base all’andamento della partita. C’era da cambiare e quando lo fai dai più spazio all’improvvisazione, ma al tempo stesso provi a mescolare un po’ le carte. Questo puoi però farlo se hai tutti i giocatori a disposizione, però capisco benissimo che dall’esterno sia diano dei giudizi senza sapere le cose, senza conoscere la realtà delle cose come chi è dentro”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, affare Marcos Paulo | Le ultime di InterLive

BARELLA – “Se mi rivedo in lui? E’ un giocatore giovane con qualità importanti, a volte ha bisogno di autodisciplinarsi perché ha volte, avendo tanta energia, tende a strafare. Sta crescendo in maniera importante, lui e altri sono prospetti da top player. Sta a noi e a loro lavorare per crescere e lasciare il segno, il segno si lascia solo vincendo qualcosa.

SCUDETTO – “Ci sono sempre delle valutazioni da fare in maniera più obiettiva, è lo stesso discorso delle sostituzioni. Da fuori si vedono cose che magari non sono così reali. Io, società e presidente sappiamo le difficoltà che, tra virgolette, abbiamo anche accettato e condiviso a inizio percorso, sapendo che c’erano situazioni non ottimali“.

MERCATO – “Andiamo avanti, con la speranza che si possa migliorare qualcosa, con qualche giocatore che può andare via (‘messaggio’ rivolto ai vari Nainggolan, Vecino e probabilmente Eriksen, ndr) a giocare diventando così più snelli e funzionali a quello che vogliamo. Dall’esterno sembra che hai tante munizioni – ha aggiunto a ‘Sky Sport’ sull’argomento – invece ci sono solo in apparenza: visto che siamo in totale sinergia con la dirigenza, proveremo a ottimizzare il tutto”.