Calciomercato Inter, scambio in Premier | C’è il sì di Conte

0
7452

Eriksen e il possibile ritorno in Premier nell’imminente calciomercato Inter di gennaio. Via libera di Conte allo scambio. Ecco tutti i dettagli

Christian Eriksen (Getty Images)

Eriksen in campo solo dopo il fischio finale, a fare delle esercitazioni insieme ai compagni che come lui non avevano giocato contro lo Spezia, è il triste epilogo dell’avventura all’Inter del trequartista danese. Epilogo che verrà ufficializzato nel prossimo calciomercato di gennaio, quando a meno di sorprese l’ex Tottenham farà le valigie destinazione estero. Forse Premier League, dalla quale era arrivato l’anno scorso per circa 27 milioni di euro commissioni all’agente incluse. Per tutte le altre news sui nerazzurri CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Ausilio scopre le carte | Colpo a zero in Serie A

Calciomercato, Eriksen all’Arsenal: “Conte pensa che lo scambio sia un vantaggio per l’Inter”

Eriksen di nuovo in Inghilterra, che vuole dire approdo all’Arsenal dato che al momento i ‘Gunners’ sono gli unici che si sarebbero fatti avanti per il classe ’92 di Middelfart. Marotta e soci ragionano su uno scambio, la sola formula che consentirebbe oggi di realizzare una plusvalenza o comunque evitare una minus, fatta eccezione per il prestito che invece viene tenuto in considerazione come extrema ratio. Lo scambio potrebbe avvenire con Granit Xhaka, mediano svizzero da tempo nel mirino e che i tifosi dell’Arsenal non vogliono più vedere dopo l’episodio (reazione furiosa ai fischi, con tanto di getto a terra della fascia di capitano) dell’anno scorso. L’operazione avrebbe già il sì di Conte, che per rinforzare la sua Inter ha chiesto proprio un giocatore abile più di Brozovic ad agire davanti la difesa.

LEGGI ANCHE >>> Inter-Spezia, Conte: “C’è un po’ di stanchezza”. Poi ‘messaggio’ al club

Xhaka in azione (Getty Images)

Xhaka è un giocatore più adatto di Eriksen – ha detto a ‘Sky Sport’ Paolo Di Canio, ex calciatore esperto di calcio inglese – Parliamo di un mancino con fisicità, duro e tosto, qualche volta anche troppo. Non un calciatore di grandissimo livello, comunque un giocatore internazionale che farebbe al caso di Conte: nelle idee dell’allenatore nerazzurro –  ha sottolineato in conclusione – lo scambio sarebbe un vantaggio per l’Inter“.