Interlive.it | Rovella interista mancato: perché lo prende la Juventus

0
1371

Nicolò Rovella si appresta a diventare un giocatore della Juventus seppur il suo futuro prossimo sarà ancora con la maglia del Genoa. L’Inter sfiorata due volte

Nicolò Rovella (Getty Images)

La Juventus sta per mettere le mani sul cartellino di Nicolò Rovella, talentuoso centrocampista del Genoa sul quale era forte anche l’Inter. Stando alle informazioni raccolte da Interlive.it, alla fine la stanno spuntando i bianconeri perché Marotta e soci non hanno le risorse né la materia prima, ovvero contropartite, per ‘accontentare’ Preziosi o comunque giungere a dei ‘compromessi’ con lui in ottica bilancio.

LEGGI ANCHE >>> Inter, Nainggolan: “Mai saltato un allenamento”. E ‘attacca’ Conte

Viceversa la società presieduta da Andrea Agnelli, il cui accordo col numero uno del ‘Grifone’ si poggerà in sostanza su dei ‘favori’: il pagamento del cartellino del classe 2001, con la Juve che rinuncia alla possibilità di prenderlo a zero considerato che il ragazzo è in scadenza di contratto a giugno, in cambio dell’acquisto da parte dei liguri di uno o più giovani (si parla di Portanova) in grado di fruttare subito una plusvalenza.

LEGGI ANCHE >>> Interlive.it | Calciomercato Inter, Eriksen può tornare in Premier

Calciomercato, Rovella e l’Inter sfiorata due volte

Rovella interista mancato due volte. La seconda adesso come vi abbiamo spiegato sopra, coi bianconeri intenzionati a chiudere lasciandolo poi in rossoblù forse per almeno un altro anno e mezzo. Per tutte le altre news di mercato e non solo sui nerazzurri CLICCA QUI. La prima, invece, risale a qualche anno fa quando il 19enne di Segrate militava nell’Accademia Inter, un centro di formazione legato a doppio filo al club ora di proprietà Suning. Faticava a trovare spazio, eppure si intravedeva già il suo grande potenziale.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, arrivano conferme | Contatti per il clamoroso ritorno

Nicolò Rovella (Getty Images)

Se fosse rimasto avrebbe avuto probabilmente strada libera per il passaggio nelle giovanili nerazzurre, invece – forse proprio perché giocava poco – preferì accettare la proposta dell’Alcione Calcio di Milano, da dove poi lo prese il Genoa.