Roma-Inter, Conte: “I cambi sono giusti. Mercato, verbo volere non esiste”

0
618

Le dichiarazioni di Antonio Conte al termine del big match Roma-Inter andato in scena allo stadio Olimpico e valevole per la 17esima giornata di Serie A

Antonio Conte a Dazn

Antonio Conte ha parlato a ‘Dazn’ dopo l’amaro 2-2 contro la Roma: “Abbiamo giocato una buona partita, anche nel primo tempo, contro una squadra che ha gli stessi nostri obiettivi – ha esordito il tecnico dell’Inter. Per tutte le altre news sui nerazzurri CLICCA QUI – Venire qui e fare questo tipo di prestazione contro di loro vuol dire che siamo una squadra che ha una buona organizzazione e una buona fisionomia. Perché i cambi di Hakimi, Vidal e Lautaro? Arturo si è infortunato, quindi ha chiesto il cambio. Da parte sua c’è stata una buonissima prestazione dopo una partenza a rilento. Lautaro aveva dato tantissimo in quei settantacinque minuti, Hakimi pure, aveva corso tanto e stava perdendo delle palle importanti. Le sostituzioni ci stanno, dunque non vedo perché non si debba passare dalla panchina. Tre partite in sette giorni e stan giocando sempre gli stessi… “.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, ESCLUSIVO | Un’altra pista in casa Atalanta

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, ESCLUSIVO | Sfida alla Juve per il talento croato

Roma-Inter, Conte: “E’ subentrata un po’ d’ansia. Niente mercato!”

“Alla fine sono mancate energie ed è subentrata anche un po’ d’ansia del risultato importante, che porta ad abbassarti seppur dalla panchina noi continuavamo a dire di restare alti e continuare a pressare – ha sottolineato Conte – Pure a livello psicologico chi sta perdendo ci sta che si butti in avanti mettendo sotto chi è avanti, sicuramente dobbiamo lavorare molto su questo aspetto. Fonseca ci ha fatto i complimenti alla vigilia, questo vuol dire che da parte nostra c’è un lavoro importante che però non viene riconosciuto“.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, ESCLUSIVO | Sfida alla Juve per il talento croato

Antonio Conte (Getty Images)

In chiusura parentesi sul calciomercato, con Conte che si dimostra più realista del Re non mancando di lanciare una sottile ma non troppo frecciata al club e alla stampa: “Se voglio un attaccante e un laterale sinistro? Quest’anno il verbo volere non esiste, già ad agosto mi è stato detto quale sarebbe stata la linea del club. Anche adesso è molto chiara, io non voglio nessuno, questa rosa ha dei pregi e dei difetti ma io vado avanti con chi ho a disposizione. Dimenticatevi un’Inter protagonista sul mercato, io poi non sto chiedendo niente nonostante sui giornali legga titoli che voglio questo e quello”.