Marelli: “Maresca l’ho visto impreciso e incapace di trasmettere autorità”

0
360

Inter, l’ex arbitro Luca Marelli, tramite il suo canale youtube, ha voluto dare il suo parere sia sull’arbitraggio non positivo dell’arbitro Maresca in Udinese-Inter sia sulle espulsioni di Antonio Conte e Gabriele Oriali comminate dalla giacchetta nera al termine della partita

Serie A Atalanta Inter Maresca
Torino-Inter affidata a Maresca ©Getty Images

INTER MARELLI SU MARESCA E CONTE/ L’ex arbitro Luca Marelli, ha voluto dare la sua opinione sia sull’arbitraggio di Maresca in Udinese-Inter, sia sulle espulsioni di Antonio Conte e Gabriele Oriali, con un video sul suo canale youtube. Queste le parole sul suo collega: “Ero rimasto perplesso per la designazione di Maresca che resta uno dei migliori arbitri di Nicola Rizzoli ma non è la sua stagione, può capitare di non essere in palla. Non mi era piaciuto nell’ultima uscita e non mi ha convinto ieri. L’ho visto impreciso e incapace di trasmettere autorità ai giocatori anche se è stata una gara nervosa. E la sua frase: “Bisogna accettare quando non si vince”, è sbagliata, non è niente di che ma gli arbitri hanno la penna per scrivere nel referto quello che è successo. Esprimere un commento del genere è pericolosissimo“. Per tutte le altre news CLICCA QUI

LEGGI ANCHE>>> Inter, D’Ambrosio bomber di testa | Come lui solo Ibra e Immobile

LEGGI ANCHE>>> Inter, gli stipendi e la crisi economica | Facciamo chiarezza

Naturalmente l’ex giacchetta nera, tira le orecchie anche al tecnico nerazzurro e al dirigente ed ex giocatore e infatti ha dichiarato: “Non c’è verso che un arbitro possa cambiare idea sul recupero e a maggior ragione non devi insistere. Quello che è successo negli spogliatoi lo so ma non lo dico, aspetto il Giudice sportivo. Se Conte verrà squalificato per una o due giornate ci sarà nel derby di coppa Italia, se verrà sospeso a tempo, ad esempio fino al 10 febbraio, non ci sarà neanche in coppa Italia. A fine gara viene espulso anche Oriali: l’immagine è brutta, non mi interessa che sia anche un dirigente della nazionale ma mi chiedo cosa vogliano ottenere dirigenti e allenatori con questi atteggiamenti a fine partita”.