Adani: “Il giocatore che ha fatto la differenza e gli è bastata un’ora è stato Alexis Sanchez”

0
755

Inter, l’ex calciatore ed ora opinionista per Sky Sport Daniele Adani ha voluto incensare sia la bella vittoria della squadra di Antonio Conte allo stadio Artemio Franchi contro la Fiorentina sia l’importanza di Sanchez 

Alexis Sanchez (Getty Images)

INTER ADANI DICHIARAZIONI/ Durante il consueto collegamento sul canale Twitch Bobo Tv di Christian Vieri, non poteva mancare anche l’intervento dell’ex difensore ed ora opinionista Daniele Adani, che come sempre con la sua pacatezza e competenza ha voluto dare il suo parere sulla vittoria della squadra di Antonio Conte allo stadio Artemio Franchi contro la Fiorentina. Queste le sue dichiarazioni: “L’Inter ha gestito la partita senza mai mettere in discussione la vittoria anche quando era in parità, solo questione di tempo”. L’ex calciatore ha poi aggiunto: “L’Inter è una squadra che se la indirizza non esce facilmente dalla partita: ci rimane e riesce a condurla bene. Ma il giocatore che ha fatto la differenza e gli è bastata un’ora è stato Alexis Sanchez“.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, vice Lukaku | Rispunta una vecchia pista
LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter | 85 milioni per Lautaro: tutti i dettagli
LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, è tutto fatto per Vidal | A Milano per visite e firma

Ecco il motivo delle sue parole sul calciatore cileno: “Ha giocato nel Barcellona con Messi, Iniesta, Busquets, Xavi, Neymar, Villa, poi ha giocato nell’Arsenal con Rosicky, Ozil, poi nel Manchester United con i giocatori noti, quindi usa un linguaggio talmente evoluto che nelle sue giocate procura occasioni da gol. La palla a Barella che poi ha fatto quel bellissimo gol a giro la dà lui, la giocata ancora per Barella che sbaglia nasce da lui, il passaggio ad Hakimi è lo stesso che Alexis tre giorni fa contro la Juve ha dato a Barella che poi ha fornito l’assist a Lautaro. Chi sa di calcio sa che questi palloni vanno dati in sinergia con il movimento: Sanchez, quando non c’è il movimento, usa finta e controfinte per attendere il movimento e spinge i suoi compagni a correre“. Sfortunatamente per l’attaccante, i tifosi nerazzurri non notano queste sottigliezze che solo un ex giocatore riesce a cogliere e quando parlano di Sanchez, vedono solo il fatto che in nerazzurro ha segnato solo 6 reti con 54 presenze.