Calciomercato Inter, 35 milioni incluso contropartite | Futuro alla Juve

0
1817

Potrebbe esserci la Juventus nel futuro dell’ex milanista Manuel Locatelli. Le cifre del possibile affare con il Sassuolo: niente Inter 

Calciomercato Inter
Paratici e Nedved Gettyi Images)

Mentre l’Inter continua la propria corsa scudetto, la Juventus pensa già alla prossima sessione di calciomercato ed in un certo senso i destini delle due squadre potrebbero ancora una volta incrociarsi. La battaglia tra le big del calcio italiano si sposta dal campo al mercato con i bianconeri che da tempo hanno messo gli occhi su un ex Milan: Manuel Locatelli. Il regista del Sassuolo e della nazionale di Mancini è stato seguito e molto stimato anche dalla stessa Inter di Marotta, ma con ogni probabilità il suo destino sarà tinto di bianconero. Per tutte le news di calciomercato e non solo sui nerazzurri CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE >>> Inter, migliorano le condizioni di Marotta | Ritorno alla Juve: ‘bomba’ in tv

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, maxi scambio da 57 milioni | I dettagli

Calciomercato Inter, Locatelli futuro bianconero: cifre e dettagli con la Juventus

Calciomercato Inter
Manuel Locatelli (Getty Images)

Stando a quando sottolineato dai colleghi de ‘La Gazzetta dello Sport’ l’ex Milan Locatelli vestirà sicuramente la maglia della Juventus a partire della prossima stagione, proseguendo a Torino la propria crescita professionale. Il Sassuolo dal canto suo lo valuta 35-40 milioni di euro, anche se nell’affare potrebbe finire una se non addirittura due contropartite tecniche.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, addio Inter | Firma nelle prossime settimane

I bianconeri potrebbero così assicurarsi un calciatore che piaceva anche all’Inter di Conte, e che in generale è reduce da stagioni piuttosto interessanti, che hanno contribuito a fargli strappare anche un posto nella nazionale di Mancini con buone speranze per gli Europei. Locatelli ha fin qui raccolto inoltre 23 presenze con due reti e altrettanti assist in questa Serie A. Numeri che certificano il suo ruolo centrale alla corte di De Zerbi.