Inter: fatica, lavoro e talento | Quella di Skriniar è una storia bellissima

0
798

Inter: Milan Skriniar è uno dei principali protagonisti del 19° scudetto targato nerazzurro. Il motivo e cosa è cambiato dall’anno scorso

Inter
Skriniar e Romelu Lukaku (Getty Images)

L’Inter ha vinto il 19° scudetto della sua storia. Grazie alla società, l’ad Beppe Marotta in primis, l’allenatore Antonio Conte e la squadra. Una rosa fatta di talenti straordinari, gregari pronti a tutto per raggiungere un traguardo così tanto importante e uomini spogliatoio fondamentali. Tra questi, tutti necessari, c’è anche Milan Skriniar, autore di una stagione a dir poco straordinaria e titolare inamovibile tra i nerazzurri. Sorprendente, se pensiamo alla scorsa stagione. Per tutte le altre news CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE>>> Interlive.it | Calciomercato Inter, rinnovo e futuro Agoume: le ultime

Inter, lo Skriniar migliore: un anno fa era vicino all’addio, adesso è Campione d’Italia

Inter
Milan Skriniar (Getty Images)

Facciamo un passo indietro. 2020, sulla panchina dell’Inter debutta Antonio Conte. I nerazzurri chiudono al secondo posto in campionato ed Europa League sfiorata. Uno dei giocatori migliori di questa squadra e reduce da due 4° posti consecutivi, Milan Skriniar, fatica tantissimo e finisce in panchina nel momento cruciale della stagione. Ma non solo; in estate si parla infatti di una cessione dello slovacco al Tottenham che, per fortuna, non arriva mai. Il suo calvario però non finisce qui. Inizia la nuova stagione, i nerazzurri partono male, anzi malissimo (soprattutto in Champions League dove chiudono ultimi nel loro girone).

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, scacco matto alla Juventus | Tripla beffa

Skriniar, durante la sosta delle nazionali rimane in Slovacchia per tantissimo tempo. E così il momento più difficile continua. Non si arresta, non si placa. Come una corsa che sembra non terminare mai. Poi, però, finalmente riesce a tornare in Italia dove ritrova la titolarità al fianco di Stefan de Vrij e Alessandro Bastoni. Lui, però, riesce a fare ancora meglio. Non perde più il posto ed è protagonista della sua migliore stagione da giocatore grazie ad interventi difensivi straordinari e gol pesanti. Insomma, c’è tutto nell’anno di Skriniar, che dal 2020 al 2021 ha ribaltato tutto. Come l’Inter di Conte. E come questa Inter, ha scritto una storia bellissima: la sua.