Zhang: “Inter, non ti smantello. Conte via per un motivo, vi dico i nostri obiettivi”

0
278

Inter: il presidente dei nerazzurri Steven Zhang si esprime su tanti argomenti tra cui i futuri obiettivi del club. Tutte le sue parole

Inter
Steven Zhang (Getty Images)

Steven Zhang, ai microfoni della ‘Gazzetta dello Sport’, ha rilasciato una lunga intervista in cui ha trattato vari argomenti. Dall’addio di Antonio Conte a Simone Inzaghi, dalla ‘non offerta’ di BC Partners alla collaborazione con Oaktree fino agli obiettivi futuri dell’Inter sia dal punto di vista economico che da quello sportivo. Il numero uno nerazzurro ha quindi finalmente fatto chiarezza dopo mesi di incertezza totale sulla situazione della ‘Beneamata’. Per tutte le altre news CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato, svolta Inter: tripla firma | Tutti i dettagli

Inter, Zhang: “Conte la pensava in un modo diverso da noi. Inzaghi l’uomo giusto, vogliamo vincere ancora”

Inter
Simone Inzaghi e Antonio Conte (Getty Images)

“Conte? Sin dal primo momento in cui abbiamo rilevato l’Inter abbiamo pensato che Antonio sarebbe stato il tecnico migliore per il nostro progetto. Due anni fa siamo riusciti finalmente a portarlo in nerazzurro. Io ero e resto convinto che Conte sia un tecnico vincente, ma i nostri differenti punti di vista sulla situazione hanno portato alla separazione. Quello che non era fondamentale per lui, lo era per il club. E viceversa. Conte è un top coach, ma come presidente devo pensare alla solidità della società”.

“Cessione del club? Non è vero, non c’è stata alcuna offerta per l’acquisto del club. E d’altra parte noi cercavamo altro. In questa fase post pandemica non è facile trovare gruppi disposti a investire nel calcio, che è attualmente un sistema in cui si perdono molti soldi ogni anno. Il nostro obiettivo adesso è ritrovare un equilibrio finanziario attraverso il ridimensionamento dei costi, altrimenti non si troveranno mai nuovi investitori”.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, addio Hakimi | Idea portoghese per sostituirlo, lo vuole anche la Juventus

Inter
Simone Inzaghi (Getty Images)

“Oaktree? Da parte nostra ragioniamo sempre a medio-lungo termine e siamo sempre aperti a partner commerciali o finanziari che possano aumentare i ricavi ed essere sinergici al nostro progetto per il bene dell’Inter. Inzaghi? Simone ha dimostrato in questi anni di essere un tecnico di valore e di esperienza, ha le qualità per tenere competitivo il nostro club, che è ciò che vogliamo, ma cooperando con noi per far sì che l’Inter resti una società solida e senza rischi.

Conosce il nostro progetto, lo ha sposato e siamo molto felici di averlo qui sperando di poter vincere insieme. Obiettivi? Quelli economici li abbiamo detti. C’è bisogno di un’ampia plusvalenza alla fine di questo calciomercato, ma vogliamo mantenere molto competitiva la squadra per permetterle di fare bene in Champions League e ovviamente di riconquistarla il prossimo anno, perché vogliamo stabilmente stare tra i grandi club europei“.