Addio Lukaku, c’è Zapata | Pro e contro di un acquisto ‘funzionale’

0
1206

Inter: il più che probabile addio di Lukaku mette in pole position Duvan Zapata in vista del futuro prossimo. Pro e contro dell’operazione

Inter
Duvan Zapata (Getty Images)

Romelu Lukaku, ormai, è davvero vicino a diventare un nuovo giocatore del Chelsea. Sarà la terza avventura in ‘Blues’ per l’attaccante belga. L’Inter, necessariamente, dovrà rispondere con un nuovo acquisto in attacco. Certo, sostituire il centravanti belga non è semplice ma ad ogni modo non sembra si possa fare altrimenti. Il principale indiziato a prendere il posto del numero 9 ex Manchester United sembra essere Duvan Zapata. Per tutte le altre news CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE>>> Addio Lukaku, (quasi) tutto fatto tra Inter e Chelsea | Il Manchester United sorride

Inter, e poi arriva Zapata: pro e contro di quest’operazione

Inter
Duvan Zapata (Getty Images)

Duvan Zapata in pole position per prendere il posto di Romelu Lukaku all’Inter. Per lui l’Atalanta chiede almeno 50 milioni di euro, cifra che i nerazzurri molto probabilmente non sono disposti a spendere. Tuttavia, è quello più vicino a sostituire il centravanti belga. Proprio per questo, scopriamo pro e contro di un suo possibile arrivo.

LEGGI ANCHE>>> Nandez-Inter, ci siamo | Accordo col Cagliari a un passo

ZAPATA ALL’INTER, PERCHE’ SI’: premettiamo. Ad oggi, Romelu Lukaku è insostituibile se non con giocatori del calibro di Erling Haaland e Robert Lewandowski. Obiettivi però irraggiungibili per i nerazzurri. Ecco perché il colombiano può essere l’alternativa giusta in attacco. Inoltre, con l’Atalanta ha segnato oltre 50 gol in più di 100 presenze. Numeri importanti che sottolineano comunque il fatto che, puntare sul giocatore della ‘Dea’, non sarebbe affatto un’assurdità.

ZAPATA ALL’INTER, PERCHE’ NO: di contro, però, andrebbe fatto qualche calcolo in più. Prima di tutto, il giocatore sudamericano ha già 30 anni. Ha senso investire su un giocatore poco futuribile (ricordiamo che l’Atalanta chiede almeno 50 milioni)? Un problema che richiede soluzione al più presto. Anche perché tra circa due settimane inizia il campionato, Lukaku è in uscita e Marotta e colleghi hanno una difficile missione da compiere: salvare il salvabile.