Champions League, l’ucraina e Roberto De Zerbi | Il nuovo Shakhtar Donetsk

0
235

Inter: il girone D ai nerazzurri non fa rincontrare soltanto il Real Madrid ma anche il ‘nuovo’ Shakhtar Donetsk di Roberto De Zerbi

Inter
Inter-Shakhtar Donetsk di un anno fa (Getty Images)

Tanta Italia, almeno in panchina, nel girone D di Champions League dell’Inter; e anche tante reunion. Dopo il Real Madrid, infatti, anche lo Shakhtar Donetsk si ‘unisce alla festa’ iniziata l’anno scorso. Anche in questo caso, i cambiamenti non sono stati pochi.

Per tutte le altre news CLICCA QUI.

Basti pensare al fatto che sia arrivato un allenatore come Roberto De Zerbi in grado di esprimere un calcio tanto bello quanto veloce.

LEGGI ANCHE>>> VIDEO | Calciomercato Inter, un altro scippo al Milan: 56 milioni di euro

Inter, lascia stare il 2020: De Zerbi ha già cambiato tantissimo

Inter
Roberto De Zerbi (Getty Images)

Tutti i tifosi interisti ricorderanno il fatale doppio pareggio a porte inviolate della squadra di Antonio Conte; due risultati che, di fatto, condannarono l’Inter a lasciare la Champions League da ultima del girone. Ad ogni modo, la creatura – all’epoca – di Luis Castro, è già decisamente cambiata grazie a Roberto De Zerbi. Il tecnico italiano, d’altronde, lo conosciamo bene. Basa il suo gioco sul possesso palla unendo passaggi semplici a verticalizzazioni micidiali.

LEGGI ANCHE>>> Verona-Inter, radar su Zaccagni | Possibile affare futuro: i dettagli

Un modo di vedere il calcio molto europeo e, proprio per questo, ci sarà bisogno di fare attenzione in vista dei match contro i nerazzurri. Il suo 4-2-3-1, ovviamente, privilegia le fasce che saranno ricoperte da Pedrinho e Salomon che dovranno cercare di fare la differenza insieme all’unica punta: Lassina Traoré.

LA FORMAZIONE TIPO

SHAKHTAR DONETSK (4-2-3-1): Trubin; Dodo, Vitao, Marlon, Matvienko; Antonio, Patrick; Tete, Pedrinho, Solomon; Traore. All.: Roberto De Zerbi.