Scaroni: “Nuovo stadio svolta essenziale” | Ecco l’iter del progetto

0
1224

Il presidente del Milan Scaroni interviene in merito all’idea progettuale del nuovo stadio, su cui dovrebbero fare affidamento entrambe le società milanesi

Inter
Stadio San Siro (Getty IMages)

Paolo Scaroni, presidente del Milan, ha così aperto la sua riflessione a ‘Radio Anch’io Lo Sport’: “Il nuovo stadio (a disposizione anche dell’Inter, ndr) sarà pronto a cavallo fra il 2024 e il 2025, ma per poter già pensare al termine dei lavori è necessario che questi vengano prima lanciati. Il progetto è ambizioso e l’amministrazione uscente ha dato il suo consenso, sebbene il Consiglio Comunale sia ancora un po’ titubante per via dell’impatto che il mantenimento di due grandi stadi attivi potrebbe avere sulle casse. Su questo fronte vorremmo che l’attuale ‘San Siro‘ venga ridimensionato pur conservando la medesima impronta architettonica, così che anche le società dilettantistiche possano usufruirne. Per di più ci sono anche le elezioni di mezzo, ma non pare che le opposizioni vogliano fare della questione stadio una discriminante.” Quindi aggiunge: “A seguito dell’approvazione del nuovo Consiglio Comunale, che speriamo giunga entro la fine dell’anno, ci vorranno sei mesi di progettazione. La fase di costruzione vera e propria dovrebbe iniziare nella seconda metà del 2022 e terminare all’incirca due anni dopo.”

LEGGI ANCHE >>> Bufera su Orsato per Samp-Inter | Ecco il labiale dell’arbitro

Scaroni apre ad una nuova era

Inter
Paolo Scaroni (Getty Images)

“Il prossimo mercoledì incontreremo il Liverpool fuori casa in uno stadio che gli fattura 100 milioni l’anno, noi arriviamo a stento a 35. Questo la dice lunga sulla necessità di creare nuovi stadi, possibilmente di proprietà o in comproprietà, sulla scia dei più grandi club europei che sono avanti anni luce. Significherebbe non soltanto una maggiore affluenza e coinvolgimento per i tifosi, ma anche più entrate per i club e di conseguenza più budget da investire sulla rosa in chiave futura. Il ciclo poi si ripete, questo è il modo giusto per ottenere risultati” conclude Scaroni.