Eriksen verso il ritorno in Olanda | L’Inter strappa alla Juventus l’erede

0
427

L’Inter punta a fare risultato nel match contro il Real Madrid non soltanto sul campo ma anche in chiave mercato: ecco il sostituto di Eriksen

Christian Eriksen © Getty Images

Il prossimo impegno dell’Inter in casa contro il Real Madrid avrà duplice importanza. Se da un lato gli appassionati nerazzurri sperano in una prestazione convincente che possa garantire un pieno bottino alla prima uscita, nonostante le mille difficoltà del caso, dall’altro la dirigenza interista coglierà l’occasione per analizzare più da vicino un centrocampista spagnolo in grado di essere il perfetto sostituto di Eriksen come compagno di reparto di Calhanoglu. Secondo il portale iberico ‘El Gol Digital’, il calciatore in questione è Isco, il quale vanta una lunga carriera nelle file dei ‘Blancos’ costellata da diversi momenti altalenanti in cui però non si è mai risparmiato di mostrare le sue incredibili doti da trequartista. Scendendo nei dettagli, quest’ultimo era stato corteggiato da diversi club europei ma nessuno lo aveva particolarmente colpito. Con ogni probabilità chiuderà la sua esperienza col Real a giugno 2022 e soltanto allora potrebbe giungere l’offerta di ingaggio a parametro zero che lo farebbe accasare ad una nuova realtà. L’Inter, fra l’altro, potrebbe strapparlo alla Juventus di Allegri che dunque subirebbe un duro colpo dopo anni e anni di vani tentativi di portarlo in Serie A.

LEGGI ANCHE >>> Handanovic para le critiche | “Chi parla non sa niente, non temo il Real”

LEGGI ANCHE >>> Zhang condottiero suona la carica | Discorso motivazionale all’Inter

Calciomercato Inter, gradito l’avvento di Isco come erede di Eriksen

Calciomercato Inter
Isco in azione (Getty Images)

Come già noto, ci sono buone probabilità che Christian Eriksen non resti in nerazzurro per via degli obblighi imposti dalla medicina sportiva italiana cui deve necessariamente sottostare in qualità di atleta con disturbi al cuore. La sua strada appare segnata verso i Paesi Bassi, precisamente verso l’Ajax, dove i regolamenti non sono tanto restrittivi e quindi potrebbe giocare con il defibrillatore. Una grave perdita per l’Inter, che però potrebbe essere eclissata dall’avvento di Isco come suo legittimo erede al comando del centrocampo avanzato.