Da Lukaku e Icardi al ritorno all’Inter | Milito rivela tutto quanto

0
1218

L’ex attaccante Diego Milito ha parlato dell’Inter in una intervista rilasciata a ‘Gazzetta dello Sport’, alla vigilia di Inter-Real Madrid

Calciomercato Inter
Lautaro esulta con i compagni dell’Inter © Getty Images

Innumerevoli ricordi riaffiorano nella mente di Diego Milito al solo pronunciare del nome ‘San Siro‘, dove oggi farà il suo ritorno in qualità di bordocampista ‘Amazon’ in occasione della partita d’esordio di Champions League dell’Inter contro il Real Madrid. Nel frattempo ha avuto una piacevole chiacchierata con ‘Gazzetta dello Sport’ ed ha subito messo in chiaro l’importanza che riveste il suo connazionale Lautaro Martinez all’interno del progetto nerazzurro spogliato di Lukaku: “Ha fatto enormi passi avanti ma non sono ancora abbastanza, dipende tutto dai limiti che si autoimpone nella sua testa. Ha voglia di imparare e sa ascoltare. Prima si arrabbiava spesso in campo, adesso è migliorato anche sotto quel punto di vista grazie a una mentalità da campione. Se prima la scena era tutta per Lukaku, adesso è lui al centro”. Dopodiché sulla questione rinnovo aggiunge: “Sono contento che abbia deciso di restare, sa che qui può dare un grosso contributo. Non l’ho aiutato affatto nella scelta, ha fatto tutto di testa sua e ne è contento”. In quanto alle prospettive di campionato della nuova Inter, Milito appare molto fiducioso: “Resta una squadra da prima fila. Lotterà anche quest’anno per riconfermare lo scudetto anche perché, nonostante le pesanti assenze, credo si sia rinforzata bene. Ci sono tante altre squadre attrezzate bene ma l’Inter è lì”.

LEGGI ANCHE >>> Inzaghi carica l’Inter prima del Real | Ecco la frase detta in spogliatoio

Milito sull’addio di Lukaku, Icardi ormai solo un ricordo

Inter, Lukaku suggerisce Skriniar al Chelsea
Lukaku © Getty Images

Diego Milito non si è limitato a spendere soltanto parole d’elogio, ma ha riservato anche qualche frecciata pungente verso Lukaku ed Icardi con le quali chiude il suo confronto: “Lukaku ha sbagliato nel promettere un qualcosa che non avrebbe potuto mantenere. Questo è quel che ha ferito di più i tifosi, non tanto il fatto che un calciatore del suo calibro se ne sia andato. Quello fa parte del gioco, ci può stare. Ad Icardi invece recrimino il modo in cui è andato via, avrebbe potuto dare tanto per la causa. Resta pur sempre un grande attaccante”. Infine una battuta sul ritorno all’Inter: “Non ha senso proporsi, le cose devono avvenire naturalmente. Ma ho un buon rapporto con questa proprietà e ho fatto i complimenti a Zhang per lo scudetto”.