Pinamonti, i precedenti e non solo: attenzione al ‘pericolo’ Empoli

0
63

Partita speciale per Pinamonti, domani sera affonta la sua Inter. Lo schema tattico di Andreazzoli potrebbe riservare “trappole” soprattutto sugli esterni

Domani sera allo Stadio Castellani di Empoli andrà in scena la sfida tra i padroni di casa e l’Inter di Simone Inzaghi. Una gara speciale per Andrea Pinamonti, cresciuto nel vivaio dei nerazzurri, campione d’Italia lo scorso anno e adesso avversario.

Pinamonti
Andrea Pinamonti ©Getty Images

L’attaccante nato a Cles in provincia di Trento, domani sera affronterà il suo passato per la terza volta. Già era capitato nella stagione 2018-19 quando vestiva la maglia del Frosinone, quando collezionò 27 presenze e 5 gol. Mentre in quella successiva, 2019/20, con la maglia del Genoa, ha collezionato 32 presenze e 5 gol.

Quest’anno, arrivato verso la fine della sessione estiva di mercato, Pinamonti ha già realizzato 3 gol in 8 partite. La prima vittima è stata il Bologna alla sesta giornata, poi doppietta alla Salernitana sabato scorso. Domani dovrebbe partire dal 1′ al fianco di Patrick Cutrone. Out Di Francesco. 

LEGGI ANCHE: >>>Inzaghi pensa ad un mini turnover per domani sera

Aurelio Andreazzoli ©Getty Images

L’Empoli di Aurelio Andreazzoli, generalmente scende in campo con il 4-3-1-2 con appunto la coppia Pinamonti-Cutrone. Attenzione alla mobilità di Nedim Bajrami, protagonista di 2 gol e 2 assist in nove gare e fulcro del gioco toscano. Davanti a Vicario, la difesa a quattro dove risalta l’esperienza di Tonelli. I toscani dopo nove giornate hanno collezionato 12 punti in totale, dove figura soprattutto la vittoria in casa della Juventus alla seconda giornata. Proprio in quell’occasione, si è vista la “trappola” tattica di Andreazzoli: compattezza e ripartenze. 4 vittorie e 5 sconfitte il bilancio, 14 gol segnati e ben 18 subiti.

LEGGI ANCHE: >>>Empoli-Inter, Andreazzoli: “Pinamonti vorrà mettersi in mostra”

Sono invece 13 i precedenti al Castellani tra Empoli e Inter. Il bilancio sorride ai nerazzurri con 8 vittorie controle uniche 2 dei toscani. Il segno “X” è uscito tre volte. Andreazzoli ha perso il suo unico precedente contro la formazione milanese nel maggio 2019 proprio sulla panchina dell’Empoli: 2-1 a San Siro. Mentre i due confronti tra gli allenatori, vedono Simone Inzghi vittorioso in entrambe le occasioni in cui ha affrontato il tecnico empolese: 1-0 Lazio-Empoli e 1-2 Genoa-Lazio a Marassi.