Addio alle sponsorizzazioni cinesi: rimane solo quella di Suning | I dettagli

0
27

Inter, gli sponsor cinesi non hanno onorato i loro contratti di sponsorizzazioni e hanno rescisso anticipatamente i medesimi. 

Suning stravolge l’Inter (Getty Images)

La Gazzetta dello Sport nel suo articolo odierno, mette alla luce i mancati introiti dell’Inter dagli sponsor che erano arrivati dalla Cina e che sembra non abbiamo la possibilità di onorare i contratti. Innanzitutto, il contratto di sponsorizzazione che ha l’Inter con Suning, senza stare ad entrare nello specifico è sceso dai 16,5 milioni di euro annui pattuiti nel 2016 più parte variabile, prima a 16 milioni senza parte variabile e poi, nel mese scorso, altra decurtazione e si è scesi a 11,5 milioni.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, tutto confermato | Il Manchester United ci riprova per Brozovic

LEGGI ANCHE >>> Eriksen dice addio all’Inter: ecco la sua prossima destinazione

Inoltre, nell’ultimo bilancio, ci sono anche ben 39 milioni di euro inseriti con il termine di “posizioni creditorie di dubbia esigibilità” e che riguardano proprio due sponsorizzazioni cinesi: per entrare nei particolari si dovrebbe trattare di Imedia (31 milioni) e Beijing Yixinshijie (8). Le due aziende hanno già informato che non potranno onorare l’accordo e la prima ha anche effettuato la recessione, anticipando la scadenza prevista per il 2024.