Dimarco sugella l’importanza per Inzaghi, su cosa punta il tecnico

0
22

La notizia del rinnovo di contratto di Dimarco con l’Inter non è cosa nuova, la sua concretizzazione sugellerebbe l’importanza che ha per Inzaghi

Che Federico Dimarco fosse uno degli obiettivi dell’Inter in ottica rinnovo al pari di Lautaro, Barella e Brozovic è noto da tempo, adesso il club ha confermato quest’intenzione.

Dimarco dal dischetto ©LaPresse

Per l’esterno sinistro ex Verona è previsto un contratto fino al 2026 sulla base di un ingaggio quantomeno raddoppiato rispetto all’attuale (600 mila euro) fino ad una soglia indicativa di 1,6 milioni di euro a stagione, bonus esclusi. Scatterà un lieve aumento nel caso in cui verranno raggiunti determinati obiettivi stagionali, obiettivi che per il team di Inzaghi sembrano decisamente alla portata. Non a caso è anche grazie al prezioso apporto di Dimarco che il tecnico piacentino può vantare tra gli attacchi e le difese più efficienti del campionato. Dunque è logico pensare che la dirigenza voglia blindare il calciatore per le stagioni future come parte integrante del progetto nerazzurro. Egli è duttile e dinamico, tanto da cavalcare con facilità e resistenza la fascia di competenza. Dotato di buona tecnica individuale ed un piede preciso, non si tira indietro né dal servire i compagni né dal tentare la conclusione a rete. A sorreggere questa analisi è la perfetta punizione segnata nel pareggio contro la Sampdoria lo scorso 12 settembre, fra l’altro sua prima rete in maglia nerazzurra.

LEGGI ANCHE >>> Inter, tutti gli obiettivi a costo zero per ciascun reparto

LEGGI ANCHE >>> Stop de Vrij, probabile stiramento ed apprensione Inzaghi

Inter, Dimarco jolly per Inzaghi

Federico Dimarco ©LaPresse

Inzaghi punta tutto su Dimarco per il futuro. Il tecnico rivede nelle qualità del suo calciatore un ben più ‘anziano’ Perisic, ma con ampie possibilità di crescita e di ritagliarsi una posizione di prestigio sempre maggiore all’interno dei suoi schemi. Al momento è un jolly da giocare con attenzione nelle partite che contano, oppure come turnover per far rifiatare qualche altro inesauribile compagno di squadra. Che sia come terzino o difensore centrale, Dimarco sa farsi trovare pronto.