Da Vecino a Nandez e il vice Perisic: il punto sul mercato di gennaio

0
295

Tante operazioni in uscita previste dall’Inter nel corso della prossima sessione invernale di calciomercato per fare spazio a nuovi ingressi

L’Inter si prepara a dire addio a diversi elementi della rosa che non rientrano più nei piani del tecnico Inzaghi, al fine di recuperare lo spazio e le risorse necessarie per dare il benvenuto a qualche volto nuovo.

Vecino in contrasto con Djimsiti ©LaPresse

Il primo indiziato è il centrocampista uruguaiano Matias Vecino, in questa stagione al minimo storico di minuti giocati con la maglia nerazzurra. Al suo posto potrebbe subentrare a gran voce Nahitan Nandez in esubero dal Cagliari, già innumerevoli volte accostato all’Inter senza poi ottenerne nulla di concreto. Si prevede che questa possa essere l’occasione buona per dare man forte non soltanto alla zona nevralgica del campo ma anche sulle fasce come mezz’ala o esterno. Ed è proprio sulla fascia che sorge il dubbio più grande: quale sarà il destino di Perisic? Il croato si è distinto ancora una volta per il suo enorme supporto di assist-man e in fase di non possesso, non sarebbe compito facile trovare un degno sostituto. Potrebbe esserci Kurzawa dal PSG oppure Digne dall’Everton, ma non si andrebbe oltre il prestito con diritto di riscatto. Ultimi ma non per importanza figurano Sensi e Kolarov, piuttosto richiesti e ai margini della rosa.

LEGGI ANCHE >>> Perisic, ecco cosa serve per il rinnovo: ora il ‘pericolo’ è bianconero

LEGGI ANCHE >>> Johan Vanheusden: “Zinho avrebbe dovuto restare in Belgio, lì ha un nome”

Calciomercato Inter, attaccante in ingresso solo se parte Sanchez

Calciomercato Inter, Inzaghi blinda Sanchez
Alexis Sanchez ©LaPresse

Ribadendo che, a detta della dirigenza interista, il club possiede al momento una rosa completa su tutti i fronti, nel reparto offensivo potrebbero vedersi nuovi movimenti di mercato soltanto se dovesse partire Sanchez – attualmente tra i calciatori con l’ingaggio più pesante in assoluto. Le recenti prestazioni in campionato hanno tuttavia fatto ricredere molti, soprattutto il tecnico Inzaghi che aveva comunque già mostrato nei suoi confronti grande fiducia.