Klinsmann: “Lavoro negli Stati Uniti e ogni settimana seguo tutte le competizioni”

0
28

Inter, l’ex attaccante Jurgen Klinsmann ha voluto raccontare un aneddoto riguardante la possibilità che avrebbe avuto di allenare il Tottenham

Klinsmann (Getty Images)

L’ex attaccante dell’Inter e ora allenatore in attesa di un’altra occasione Jurgen Klinsmann, ha fatto un’intervista con Fourfourtwo. In questo colloquio, ha spiegato come la scorsa estate sarebbe potuto andare ad allenare il Tottenham, che poi scelse Nuno Espirito Santo, ora sostituito da Antonio Conte. Queste le sue parole in merito: “Avevano già in mente cose, pensieri e persone diverse, io ho rispettato questa scelta. Ma almeno ho avuto un discorso iniziale, ho parlato con Daniel, ha detto che volevano prendere una strada diversa. Gli ho detto: ‘Incrocio le dita per te’, come faccio sempre tra l’altro.

LEGGI ANCHE >>> L’Inter rientra ad Appiano, check anti-Covid per la ripresa

 

Al Tottenham mi piacerebbe lavorare sempre, perché è il mio club, con cui ho condiviso tante emozioni; poi conosco tante persone che sono ancora lì. Sono ancora in contatto con Gary Mabbutt e altre persone del club, quindi chi lo sa? Forse un giorno. Mi piacerebbe tornare ad allenare un giorno, con le persone giuste al posto giusto e, si spera, al momento giusto. Ora lavoro qui negli Stati Uniti per ESPN ogni settimana e seguo tutto in Europa, tutte le competizioni”.