Rottura col tecnico definitiva: l’Inter può giocarsi la ‘carta’ Vecino

0
3146

La storia tra Vecino, in scadenza di contratto a giugno, e l’Inter è giunta ai titoli di coda. Per l’uruguagio possibile approdo in Premier League

Potrebbe essere in Premier League il futuro prossimo di Matias Vecino. L’uruguagio è in scadenza a giugno con l’Inter, ma non si esclude che possa anticipare l’addio in questa sessione di calciomercato.

Vecino in contrasto con Djimsiti ©LaPresse

Accostato alla Roma e nel mirino sempre del Napoli, ‘bloccato’ però dalla mancata cessione di Demme, il classe ’91 potrebbe trasferirsi in Inghilterra. Stando a ‘La Gazzetta dello Sport’, infatti, il club di viale della Liberazione pensa di utilizzarlo come pedina di scambio per Digne, il terzino sinistro in uscita dall’Everton visto il pessimo rapporto con Rafa Benitez. L’ex Roma è rimasto in panchina anche ieri contro il Brighton, con il tecnico spagnolo che ha motivato così, a muso duro, la scelta: “L’ho lasciato fuori perché non è concentrato sulla squadra“.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, da Brozovic a Skriniar e Perisic: il punto sui rinnovi

LEGGI ANCHE >>> INTERLIVE | Nandez non è (per ora) una priorità dell’Inter

Calciomercato Inter, Vecino in cambio di Digne: Kostic se Perisic non rinnova

Calciomercato Inter
Lucas Digne (Getty Images)

Digne sarebbe il preferito dell’Inter per la corsia mancina. Come ormai noto, Inzaghi vuole un vice Perisic visto che Dimarco lo vede soprattutto come centrale di sinistra. Marotta e soci sono al lavoro per accontentarlo: per la ‘rosea’ possibile quindi uno scambio di prestiti con l’Everton, Vecino per Digne. Per quest’ultimo con annesso diritto di riscatto, anche se per ora gli inglesi – che hanno di fatto già preso il sostituto, ovvero l’ucraino Mykolenko – continuano a pretendere l’obbligo. Le alternative al 28enne di Meaux sono Kostic, al momento tuttavia un’idea più per giugno come sostituto dello stesso Perisic nel caso il croato non rinnovasse il contratto, e l’algerino Bensebaini del Borussia M’Gladbach.