Tramezzani: “Gli uomini che decideranno la partita saranno Barella e Pasalic, se giocherà”

0
84

Inter, in vista della gara con l’Atalanta di domani sera allo stadio Gewiss di Bergamo l’ex Paolo Tramezzani ha dato la sua opinione sull’incontro

LYON, FRANCE – JUNE 19: Assistant coach Paolo Tramezzani of Albania holding Elseid Hysaj celebrates their 1-0 win after the UEFA EURO 2016 Group A match between Romania and Albania at Stade des Lumieres on June 19, 2016 in Lyon, France. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

L’ex terzino Paolo Tramezzani, è stato intervistato da ‘Il Corriere di Bergamo’ per dare il suo parere sulla gara di domani sera al Gewiss stadio di Bergamo tra Atalanta e Inter. Gli hanno chiesto un parere sulle condizioni delle due formazioni lombarde e lui ha detto: “Entrambe in ottime condizioni fisiche, la classifica lo mostra, in campionato stanno andando benissimo. Se non sono ancora al top delle loro prestazioni, ci sono vicine. Si presenteranno alla sfida dopo due belle vittorie che hanno alimentato il loro entusiasmo, l’Inter ha trionfato in Supercoppa e l’Atalanta in Coppa Italia“. Gli hanno chiesto quali potrebbero essere i calciatori che maggiormente faranno la differenza sull’esito finale e lui ha risposto: “Gli uomini che decideranno la partita secondo me saranno da una parte Barella e dall’altra Pasalic, se giocherà, l’Atalanta ne ha tanti in quel ruolo”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, bomber da 30 milioni: proposto l’erede di Dzeko

LEGGI ANCHE >>> INTERLIVE | Frattesi il prescelto per il centrocampo: scatto Inter

LEGGI ANCHE >>> INTERLIVE | Sanchez decisivo e ago della bilancia del mercato estivo

Gli hanno domandato se, dopo la bella crescita della formazione bergamasca in questi anni, questa partita può considerarsi una sfida scudetto e lui ha dichiarato: “Scudetto è una parola importante, pesa, certo obiettivamente per quello che sta dimostrando l’Atalanta può giocarsela alla pari con l’Inter, che però resta la favorita. Comunque, l’Atalanta ha già dimostrato di poter battere sia la Juventus sia il Napoli, se non è ancora pronta a inserirsi nella lotta scudetto poco ci manca”.