Calciomercato Inter, allarme Barella: serve un addio, triplo pericolo

0
862

Al di là della sessione invernale di calciomercato ormai in chiusura, l’Inter dovrà alzare la guardia anche in vista di quella estiva, quando dovrà fronteggiare possibili assalti 

L’Inter di Simone Inzaghi veleggia in vetta alla classifica a caccia del secondo scudetto di fila dopo quello vinto lo scorso anno sotto la guida tecnica di Antonio Conte. Tanto con l’allenatore salentino ora al Tottenham, quanto con l’ex laziale ora in panchina, motore, anima e polmoni della mediana sono stati sempre affidati a Nicolò Barella. Il centrocampista italiano è cresciuto tantissimo dal suo arrivo dal Cagliari, divenendo leader dello spogliatoio e calciatore fondamentale per il progresso dell’Inter.

Barella ©LaPresse

Una crescita che non sembra arrestarsi quella di Barella, che ha inevitabilmente da molto tempo attirato su di se anche le mire di diversi top club europei. Con un mercato di gennaio ormai in chiusura l’Inter infatti dovrà alzare la guardia in vista della prossima estate, quando potrebbero scatenarsi possibili assalti nei confronti dei gioielli di Simone Inzaghi.

Calciomercato Inter, Barella nel mirino delle big: l’estate si prospetta incandescente

Barella ©LaPresse 

Dinamismo, grinta, forza fisica, ma anche capacità nello sfornare assist e nell’andare a rete in fase di inserimento. Le qualità di Barella sono sotto gli occhi di tutti, ed in particolare di alcuni club stranieri che lo potrebbero mettere nel mirino per la prossima estate. Chelsea, Liverpool e Barcellona potrebbero pensarci: almeno queste tre società un tentativo per il numero 23 nerazzurro potrebbero farlo.

In particolare le inglesi, che hanno il potenziale per mettere sul piatto 60-70 milioni di euro. In estate l’Inter dal canto suo dovrà probabilmente fare una nuova cessione importante, ma gli italiani Barella ed anche Bastoni, non si toccheranno. Va inoltre anche considerato che il centrocampista classe 1997 è in pole per la fascia di capitano del dopo Handanovic, e non intende andar via.