Gosens in fermento: “Il rientro si avvicina”. Ecco quando. E Bastoni…

0
418

Le parole dell’esterno sinistro Gosens ai microfoni di DAZN sul proprio rientro in campo dopo l’infortunio con la nuova maglia dell’Inter

È da poco un calciatore dell’Inter ma il tono di voce e l’espressività del viso trasudano emozioni come se ne fosse un’esponente da sempre: Robin Gosens, esterno sinistro ex-Atalanta, si racconta ai microfoni di DAZN.

Inter, Gosens fissa l'obiettivo per il futuro: ad Anfield al 100%
Infortunio Robin Gosens ©LaPresse

“L’infortunio è stato pesante, per quel che ho passato non voglio dettare tempi di recupero precisi ma sono fiducioso che il rientro possa arrivare presto. Mi sto allenando bene e senza pressione, non manca molto ormai” apre Gosens. Poi rivela: “L’esperienza con l’Atalanta resterà sempre con me, ma quel che mi ha colpito dell’Inter è la grandezza di un club storico. Prima di arrivare qui ho dovuto fare tanti sacrifici, ne sono orgoglioso. Potrei essere carente sotto tanti aspetti, ma ho una mentalità ed una disciplina ferree”. Al calciatore dunque non resta che ultimare i preparativi sui campi d’allenamento e in palestra prima dell’attesissimo rientro e il conseguente esordio con la maglia dell’Inter, per la quale ha promesso impegno e risultati. Stando alle stime, Gosens potrebbe fare rientro nel match d’andata della semifinale di Coppa Italia in programma il prossimo 2 marzo (ancora indicativo, ndr) contro il Milan. Sarà nuovamente derby ma con una forza in più.

Non solo Gosens, lavora sodo anche Bastoni

Inter, il messaggio via social di Bastoni per i tifosi
Alessandro Bastoni ©LaPresse

L’esterno tedesco non è l’unico a smaniare per lasciarsi alle spalle il brutto infortunio e ripartire ancora più carico di prima. A raddoppiare la mole di lavoro e la concentrazione c’è anche il difensore centrale Alessandro Bastoni, reduce dalla distorsione alla caviglia destra in caduta a seguito di un contrasto aereo con Zaniolo in Coppa Italia, desideroso di essere a disposizione al massimo della condizione per il match di Champions League contro il Liverpool.