Perisic un jolly difficile da (ri)trovare | Pro e contro sul rinnovo

0
83

La storia recente di Ivan Perisic è un autentico saliscendi di emozioni: tornato dal prestito quasi da esubero ed ora punto fermo dell’Inter che prova a rinnovare. Pro e contro 

Nell’elenco delle cose da fare di casa Inter c’è sempre il rinnovo di Ivan Perisic. L’esterno croato è divenuto in un paio d’anni fondamentale prima per i meccanismi di Conte e poi anche per quelli di Inzaghi, e arrivato ad una manciata di mesi dalla scadenza all’età di 33 anni vorrebbe provare a massimizzare il valore delle ultime stagioni. Perisic infatti chiede 6 milioni di euro per le prossime tre annate, ma nonostante la distanza evidente dei primi tempi, ora le parti sembra si stiano avvicinando.

Ivan Perisic © LaPresse

Come evidenziato da InterLive.it la proposta a tinte nerazzurre è salita a circa 4 milioni di euro più bonus per le prossime due stagioni, con un cauto ottimismo che si registra per ciò che concerne una vicenda ad ogni modo delicata. Conte e il suo Tottenham osservano da lontano, ma Perisic è davvero un calciatore da rinnovare? Andiamo ad analizzare pro e contro dell’affare. 

Calciomercato Inter, Perisic permanenza o addio? I motivi per restare in nerazzurro

Perisic © LaPresse 

La storia recente di Ivan Perisic è quasi un unicum per l’Inter che nell’estate 2020 se lo è ritrovato in casa dopo il prestito al Bayern Monaco. Niente accordo per la permanenza in Baviera, dove ha vinto una Champions da protagonista, e dunque ‘problema’ da risolvere per Conte. Il tecnico salentino e l’esterno croato da quel momento hanno compiuto un lavoro all’unisono quasi impensabile: trasformare Perisic da ala d’attacco a laterale a tutta fascia, capace di esprimersi al meglio in entrambe le fasi. Il croato è divenuto così tassello importante nell’annata dello scudetto e addirittura imprescindibile quest’anno con Inzaghi.

Perfetto per il 3-5-2 ora Perisic ha acquisito una maturità ed una consapevolezza tali da renderlo uno dei migliori interpreti in assoluto nel ruolo: fisico, veloce, capace di usare indistintamente entrambi i piedi, abile di testa e in fase di cross e soprattutto ora più che mai capace di dare lo stesso contributo sia in attacco che in difesa. Tra i pro in ottica rinnovo vanno quindi annoverate tutte queste straordinarie qualità espresse ai massimi livelli da un calciatore motivato ed attacco alla maglia e che può agevolare inoltre anche l’ingresso in punta di piedi di Robin Gosens, grande investimento di gennaio da recuperare prima al 100% fisicamente.

Perisic inoltre è tra gli elementi della rosa ad avere più esperienza a livello internazionale, con la finale del Mondiale e la vittoria di una Champions come massimi traguardi personali. Gli unici ‘contro’ che è possibile individuare riguardano la sua età e le cifre di un rinnovo comunque importante per un classe 1989. Il gioco però in questo caso vale certamente la candela. Perisic non solo ha dimostrato di meritare il prolungamento, ma ha anche raggiunto il suo stadio finale, offrendo agli occhi dei tifosi la miglior versione di se stesso.