Ora tocca a Skriniar, Marotta a lavoro: cifre e dettagli per restare all’Inter

0
294

Continuano gli sviluppi in casa Inter per ciò che concerne le pratiche relative ai rinnovi contrattuali. Dopo Brozovic, e con altri due ben indirizzati sarà la volta di un altro titolare 

È tempo di blindare i propri gioielli per l’Inter che dopo quanto accaduto nei mesi scorsi con Lautaro Martinez e Barella ora hanno tutte le intenzioni di andare a rinnovare altri contratti pesanti nella rosa di Simone Inzaghi. Il prossimo è quello di Marcelo Brozovic, per il quale si attende solo l’ufficialità, mentre a seguire sono a buon punto le situazioni che riguardano Ivan Perisic, che dopo tante voci relative ad un eventuale addio potrebbe ancora restare e vestirsi di nerazzurro, senza dimenticare Samir Handanovic, capitano e portiere che l’anno prossimo dovrebbe essere la chioccia di Onana nell’avvicendamento tra i pali.

Skriniar per il Real Madrid: 60 milioni
Milan Skriniar © LaPresse

Siamo però solo all’inizio. Archiviate queste situazioni più vicine ad un buon esito, l’Inter si concentrerà poi su affari più a lungo termine con particolare attenzione a quello che sarà il futuro di Milan Skriniar, autore di un’altra stagione da incorniciare ed appetito anche da club esteri.

Calciomercato Inter, è tempo di rinnovi: da Brozovic a Perisic ma poi tocca a Skriniar

Calciomercato Inter, lo United può provarci sia per Lautaro che per Skriniar: Martial resta la chiave
Milan Skriniar ©LaPresse

Nonostante il contratto in scadenza 2023 l’Inter ha tutta la voglia e l’intenzione di andare a muoversi per tempo per non rischiare brutte sorprese su Skriniar, titolarissimo anche con Inzaghi ed arrivato alla sua maturità calcistica.

Lo slovacco è quindi da blindare assolutamente, anche perchè molte big europee lo stimano, in particolare in Premier. Il partitone col Liverpool in questo senso non ha fatto altro che metterlo in vetrina. Il ragazzo vuole comunque restare all’Inter, a meno di una proposta shock dall’estero. Con i nerazzurri può trovare un accordo sui 4,5 milioni di euro netti più bonus fino al 2026.