Rischio rottura e addio in estate: lo scambio che taglia fuori la Juve

0
395

In quel di Barcellona si lavora ad un rinnovo complicato che al momento da qualche grattacapo di troppo alla società. Senza firma anche l’Inter rischia di far parte di una trattativa 

Qualche incertezza di troppo e mister sul futuro per la difesa dell’Inter che al netto di singoli di altissimo profilo, è apparsa comunque meno solida dello scorso anno, soprattutto nell’ultimo mese e mezzo. Non brillantissimo soprattutto Stefan de Vrij, il cui destino visto anche il contratto in scadenza 2023, potrebbe anche essere lontano dalla Milano nerazzurra al termine di questa annata. Una sua eventuale cessione sarebbe plusvalenza pura per le casse meneghine visto l’arrivo a costo zero di qualche anno fa.

I giocatori dell’Inter ©LaPresse

Ipotesi non impensabile e a prescindere dalla quale porterà comunque Marotta e soci ad ingaggiare almeno un centrale più giovane ma già pronto e di alto profilo. Il preferito da tempo è Gleison Bremer del Torino per il quale non manca la concorrenza così come le alte richieste di Cairo.

Calciomercato Inter, a Barcellona si teme per Araujo: affare con Skriniar?

Araujo ©LaPresse

Se qualcosa dovesse andare storto col brasiliano Bremer, soprattutto verso l’estero, l’Inter potrebbe fare un pensierino su Ronald Araujo che non riesce ancora a rinnovare Barcellona rischiando la ‘rottura’. L’accordo tarda ad arrivare e dalla Spagna iniziano ad essere preoccupati per il destino di un difensore molto forte ed in grande ascesa, accostato anche al Manchester United e alla Juventus.

Senza prolungamento e con un contratto in scadenza 2023 la cessione sarebbe quasi obbligata per evitare di perderlo a zero un anno dopo. In quel caso potrebbe anche farci un pensierino l’Inter senza contare che lo stesso Barcellona potrebbe offrire Araujo ai nerazzurri per arrivare a Milan Skriniar, e sostituirlo direttamente con un altro difensore già pronto, anche lui a scadenza 2023. L’Inter però punta a tenere lo slovacco a cui andrà rinnovato l’accordo.