Radu e gli altri: il fallimento a Bologna è generale

0
80

Dopo il pari di Arnautovic c’era comunque il tempo per tornare in vantaggio e prendersi i tre punti, ma all’Inter sono venute a mancare testa e idee

Lautaro ©LaPresse

La paperissima di Radu non può scagionare l’Inter nel suo insieme. A Bologna, in quello che di fatto era quasi un match-ball, hanno fallito tutti. Dalla difesa al centrocampo fino all’attacco, con un paio di eccezioni, la squadra di Inzaghi è stata incapace di chiudere una partita messasi subito in discesa con il gran gol di Perisic. Non l’ha chiusa in quei primi 15-20′ pieni di occasioni e non ha poi saputo gestirla, subendo una rete da polli.

Dopo il pari di Arnautovic c’era comunque il tempo per tornare in vantaggio e prendersi i tre punti, ma all’Inter sono venute a mancare testa e idee. Ciò che di solito ha una squadra da Scudetto. Ha fatto in sostanza il ‘gioco’ del Bologna, con nervosismo e frenesia. E Inzaghi qui non può non avere colpe, al pari ovviamente dei suoi giocatori.

La frittata di Radu, un portiere non da Inter ma non dall’80’ di ieri sera, ha messo il timbro a una serata che doveva essere quella del sorpasso e che invece ha tutto per diventare quella del Tricolore al Milan, anche perché per l’Inter esiste la possibilità di forte un contraccolpo psicologico. Vedremo a Udine quale sarà la ‘risposta’ dei nerazzurri, con la squadra di Pioli magari a +5 o, chissà, di nuovo prendibile se non superabile dato che da questo campionato ci si può aspettare ancora di tutto.