Pinamonti e Asllani da applausi: i due spaventano e conquistano l’Inter

0
26

Pinamonti e Asllani mettono paura all’Inter ma i nerazzurri riescono a rialzarsi grazie ad un Lautaro in formato super. Il punto sul futuro di entrambi

Vince e convince l’Inter di Simone Inzaghi in questo 36esimo turno di Serie A. Gli attuali campioni d’Italia si sono infatti resi protagonisti di una splendida rimonta messa ancora una volta in atto contro l’Empoli di Andreazzoli, ma nonostante ciò, le sorprese più grandi riguardanti i toscani e non solo, restano indubbiamente quelle di Kristjan Asllani e Andrea Pinamonti.

Pinamonti e Asllani da applausi: spaventano e conquistano l'Inter
Andrea Pinamonti a duello con Stefan de Vrij ©LaPresse

Entrambi reduci da una stagione giocata ad altissimi livelli, Andrea Pinamonti e Kristjan Asllani sembrano aver intenzione di non volersi fermare più. Salgono infatti a 13 le reti in stagione messe a segno dal centravanti classe 1999 durante le 36 apparizioni raccolte complessivamente. Primo centro stagionale invece per il giovane talento di prospettiva del 2002 (alla sua prima esperienza in Serie A). Entrambi potrebbero avere infatti l’Inter nel proprio futuro e non è un caso infatti che tutti e due siano stati promossi a pieni voti dalla dirigenza nerazzurra nella gara di ieri.

Calciomercato Inter, i nerazzurri buttano nuovamente un occhio sia su Pinamonti che Asllani

Calciomercato Inter, i nerazzurri buttano nuovamente un occhio sia su Pinamonti che Asllani 
Kristjan Asllani e Denzel Dumfries a duello ©LaPresse

Durante tutto l’arco della gara di ieri, il giovane centrocampista albanese è stato non soltanto in grado di restare in marcatura preventiva su Brozovic, ma anche di vivacchiare soprattutto al centro del gioco. Sua la rete che ha valso inoltre il momentaneo 0-2. Non a caso, gli attuali campioni d’Italia lo osservano da tempo e oltre a Kristjan Asllani, nel futuro dell’Inter potrebbe esserci – nuovamente – anche e soprattutto Andrea Pinamonti. Il centravanti di proprietà nerazzurra si trova ora come ora in prestito all’Empoli e sarà soltanto a giugno che – una volta di ritorno dalla sua avventura in Toscana – Marotta e soci decideranno quale esperienza futura attende il classe 1999. Ma, ora come ora, Pinamonti non meriterebbe per davvero un’altra chance all’Inter?