La Juve tenta lo scippo in casa Inter: prezzo ‘speciale’ di Marotta

0
16

Juventus e Inter sono rivali per natura ma spesso le strade delle due compagini si incrociano in sede di calciomercato. Un attaccante per i bianconeri 

Rivalità eterna e senza tempo quella tra Juventus ed Inter che quest’anno non hanno lottato per lo stesso obiettivo in campionato dove i bianconeri sono al quarto posto e i nerazzurri battagliano invece col Milan settimana dopo settimana per lo scudetto. In Coppa Italia la musica è invece diversa dove le due rivali di sempre sono contrapposte nell’ultimo atto. Spazio poi al calciomercato dove spesso i destini di Inter e Juve si incrociano tra obiettivi in comune e non solo.

Andrea Agnelli ©LaPresse

La prossima dovrà essere la stagione della rivalsa per i bianconeri che a gennaio si sono rinforzati già pesantemente con l’arrivo di Dusan Vlahovic dalla Fiorentina. Il centravanti serbo rappresenta solo il primo passo e per la prossima estate andrà anche cercato un vice che possa quindi andare ad allungare le rotazioni di Massimiliano Allegri. Il club di Agnelli è pronto ad accontentare le richieste del proprio allenatore, e in questo caso potrebbe bussare proprio in casa Inter.

Calciomercato Inter, alla Juventus serve un vice Vlahovic: Pinamonti suggestione bianconera

Pinamonti ©LaPresse

Come evidenziato dai colleghi di ‘Calciomercatoweb.it’ della necessità della Juventus è a conoscenza anche l’entourage di Andrea Pinamonti, attaccante di proprietà dell’Inter ed in prestito all’Empoli che proprio lo scorso fine settimana ha anche spaventato San Siro con un suo gol. A dispetto della grande annata in Toscana le chance di restare in nerazzurro dell’attaccante classe 1999 sono ridotte all’osso e dovrebbe quindi andar via.

La Juventus stima il calciatore da tempo e potrebbe provarci in maniera concreta, come evidenziato dai colleghi, puntando sulla volontà di Pinamonti di giocare in una big. Chiaramente non mancherebbero gli ostacoli per un affare del genere vista la rivalità, anche se il rapporto tra Suning e Agnelli è vivo. Molto meno quello tra Marotta e la sua ex presidenza. La distanza economica tra un’eventuale proposta da 12/15 milioni e una richiesta ‘speciale’ a posta per la Juve da circa 30 milioni di euro sarebbe a dir poco insormontabile.