Lukaku prende le distanze: “Che nessuno parli per me o a nome mio”

0
247

La durissima risposta di Romelu Lukaku alle recenti dichiarazioni dell’agente Pastorello sulla sua permanenza al Chelsea

Anche nel giorno del suo ventinovesimo compleanno, Romelu Lukaku non trova pace dalle voci che si susseguono sul suo conto. Sebbene sia stato accostato nuovamente all’Inter, il suo futuro è estremamente incerto. Molto dipenderà da come il Chelsea gestirà la situazione non appena avrà il via libera per lo sblocco del mercato trasferimenti.

Lukaku © LaPresse

In uno sfogo social, il centravanti belga ha voluto puntualizzare il proprio punto di vista contro quelle che si ipotizza siano state delle dichiarazioni poco gradite, rilasciate dal suo agente Federico Pastorello poche ore fa. “Non permetterò mai a nessuno di parlare per me. Ho deciso di tenere la bocca chiusa e restare concentrato per aiutare sul campo la squadra fino al termine della stagione al meglio delle mie possibilità. Se qualcuno parla di me e del club, non lo fa certo a nome mio”, rivela. Qualcosa tra i due potrebbe non aver funzionato.

Tuchel tuona come Lukaku: “Se ne riparla a fine stagione”

Ritorno all'Inter: 'ammissione' ufficiale su Lukaku
Romelu Lukaku e Thomas Tuchel

In questo strano scenario, anche il tecnico del Chelsea avrebbe avuto da ridire qualcosa a Pastorello: “Se l’agente di Lukaku ha voglia di confrontarsi con la proprietà probabilmente non ha voglia di farlo con me. A fine campionato analizzeremo le prospettive di ciascuno dei nostri calciatori”.