Senesi, l’italo-argentino volato in finale di Conference

0
34

Focus sul profilo di uno dei possibili candidati a prendere il posto di Bastoni nel caso di partenza, oggi è un caposaldo del Feynoord

Forte fisicamente ma dotato di una notevole velocità e di un innato istinto da impostatore di manovra, Marcos Senesi è il vaso di Pandora di ogni allenatore. Raccoglie a sé infatti tutte le caratteristiche necessarie a completare un buon trio di difesa, ciò di cui avrebbe bisogno l’Inter nel caso in cui le voci di un possibile trasferimento di Bastoni in Inghilterra divenissero realtà.

Senesi contro Abraham ©LaPresse

Nato calcisticamente nelle giovanili del San Lorenzo con cui fa il suo esordio nel 2016, il difensore centrale argentino guadagna sempre maggiore rilevanza negli schemi del ‘Ciclon’ fino a diventare titolare fisso nel 2019. Giusto in tempo prima di essere prelevato dal Feyenoord di Rotterdam per 7 milioni di euro dietro a un accordo quadriennale. Nelle 82 presenze sinora ottenute con la maglia degli olandesi, si è anche rivelato essere un discreto finalizzatole con ben 6 reti all’attivo. Lo scorso mercoledì 25 maggio ha disputato la finale di Conference League contro la Roma, una delle tante squadre a lui interessate per la finestra di mercato estiva.

Doppia cittadinanza, Senesi richiesto da Scaloni e Mancini

Marcos Senesi in azione con la maglia del Feyenoord ©LaPresse

Un dato curioso che avvolge la storia di Senesi è la doppia cittadinanza in suo possesso: prima di essere convocato nella Nazionale maggiore argentina dal tecnico Scaloni in vista dell’impegno della Finalissima 2022 contro l’Italia, il calciatore ha ammesso di essere stato contattato anche da Mancini per prendere parte al ritiro con la Nazionale azzurra. Alla richiesta è seguito però un pronto rifiuto, essendo egli desideroso di rappresentare maggiormente la prima.