Attacco a Inzaghi: bufera Calhanoglu poi la retromarcia

0
134

Fa discutere l’intervista al veleno a ‘Tivibu Spor’ di Hakan Calhanoglu. Il centrocampista dell’Inter si è scagliato contro Ibrahimovic

Calhanoglu all’attacco di Inzaghi, o forse no. La tv turca ‘Tivibu Spor’ ha intervistato il turco riportando sui propri social dichiarazioni ‘pesanti’ del centrocampista contro Simone Inzaghi. Il succo del suo discorso, l’Inter ha perso lo Scudetto per colpa del tecnico piacentino.

Inter, sorride Inzaghi per il rientro di Calhanoglu: le ultime verso l'Empoli
Hakan Calhanoglu ©LaPresse

“L’Inter è più forte del Milan. Ci hanno battuto in un derby che è cambiato all’improvviso al 75esimo, dopo che Inzaghi ha sostituito me e Perisic – le dichiarazioni del turco – Eravamo avanti 1-0, poi è finita 2-1 per loro. L’allenatore ha contribuito a quella sconfitta, gliel’ho pure detto“.

Poco dopo è arrivata la retromarcia, diciamo anche la smentita ufficiale dello stesso Calhanoglu rispetto a quanto riportato da ‘Tivibu Spor’: “A quanto pare alcune mie parole sono state male interpretate da alcuni organi di stampa. Io non ho mai criticato nessun allenatore, figuriamoci mister Inzaghi che ritengo un grande tecnico e che mi ha voluto fortemente all’Inter e dato tanta fiducia. Se io e i miei compagni abbiamo fatto una grande stagione e vinto due trofei, è tanto merito suo”.

Calhanoglu contro Ibra: “Nessun contributo allo Scudetto del Milan. Fa di tutto per attirare l’attenzione dei tifosi”

Coppa Italia, diramata la data ufficiale del derby di ritorno Inter-Milan
Stefan de Vrij e Zlatan Ibrahimovic ©LaPresse

Calhanoglu non ha invece ‘ritrattato’ l’attacco a Ibrahimovic, il quale durante la festa dello Scudetto del Milan ha aizzato i tifosi rossoneri contro il suo ex compagno e amico: “Parliamo di un uomo di 40 anni – ha dichiarato – Io a 40 anni non farei una cosa del genere, non ha 18 anni. Quest’anno non ha dato il suo contributo al successo della squadra, praticamente non ha mai giocato. Fa di tutto per attirare l’attenzione dei tifosi“.