Inzaghi uomo della seconda stella: lo scudetto ‘deve’ essere un obbligo

0
65

La nuova Inter sta prendendo forma col passare dei giorni e Simone Inzaghi si prepara a lavorare con i suoi in vista dei grande obiettivi del prossimo anno. Lo scudetto è nel mirino 

Il secondo anno interista di Simone Inzaghi parte con un obiettivo chiaro ed inappellabile: la vittoria dello scudetto. I nerazzurri dopo averlo solo annusato nella passata annata, perdendo il confronto a distanza col Milan nel rush finale, non potranno più sbagliare anche alla luce del calciomercato che, al netto di tutto, sta impostando il club di Suning. Il potenziamento della rosa di Inzaghi è infatti evidente a partire da un’ossatura forte, talentuoso e collaudata che potrebbe e dovrebbe perdere Milan Skriniar da un lato, ma che al momento ha già guadagnato diversi upgrade altrove.

Simone Inzaghi © LaPresse

La sessione estiva di mercato, con l’Inter mossasi in anticipo, ha già portato in dote il nuovo portiere, Andrè Onana, il vice Brozovic che mancava, rappresentato da Asllani, ma anche il talentuoso Raoul Bellanova per la fascia, al netto della perdita di Perisic, e soprattutto il grande ritorno di Romelu Lukaku che ridisegna la forza offensiva dell’attacco, che otterrà una mano anche dal talento di Mkhitaryan, arrivato per potenziare le rotazioni in mediana.

Inter, è l’ora di alzare l’asticella: lo scudetto è l’obiettivo di Inzaghi

Simone Inzaghi ©LaPresse

Inzaghi quindi si affaccia al suo secondo anno all’Inter ricco di motivazioni, ambizioni ed ottimismo con una rosa che sarà rivoluzionata ma non stravolta, con innesti molteplici e nei punti giusti ed un solo enorme sacrificio rappresentato da Skriniar, al netto dell’addio di Perisic. Ai calciatori già arrivati potrebbero inoltre aggiungersi Bremer, per sostituire lo slovacco, oltre a Dybala e Milenkovic per migliorare le scelte di attacco e difesa.

Il potenziale è quindi da top team di alto profilo e l’Inter dovrà arrivare ai nastri di partenza della Serie A da grande favorita per lo scudetto, col chiaro obiettivo di tornare a primeggiare con un titolo che sarebbe il numero 20 della storia nerazzurra, quello della seconda stella. L’asticella delle aspettative dunque inevitabilmente si alza, e al secondo anno Inzaghi non può fallire l’obiettivo scudetto.