Interlive | Psg frenato dagli esuberi, ma per Skriniar rilancerà

0
363

Le ultime sulla trattativa tra Inter e Paris Saint-Germain per il cartellino di Milan Skriniar. La cessione dello slovacco legata all’operazione Bremer

Stand-by momentaneo, secondo le informazioni raccolte da Interlive.it il Paris Saint-Germain affonderà il colpo per Skriniar. Insomma farà l’atteso rilancio per chiudere una trattativa aperta ormai da diverse settimane. Come appreso ulteriormente, questo periodo di stallo è dovuto anche al fatto che i parigini sono molto impegnati sul fronte cessioni.

Milan Skriniar ©LaPresse

Gli esuberi, tutti difficili da piazzare a causa dei loro elevati e in alcuni casi elevatissimi ingaggi, sono tanti e richiedono un impiego di tempo non indifferente ai due dirigenti operativi sul mercato, Campos e Antero. Galtier spera di avere lo slovacco al più presto per iniziare a modellare la difesa a tre, allo stesso tempo l’Inter – che non vuole scendere sotto i 70 milioni bonus inclusi – ha fretta di trovare una quadra, quell’accordo che le permetterebbe di fare cassa in maniera importante e di andare con maggior forza a chiudere l’operazione Bremer col Torino. Cairo ieri ha alzato la voce, ma ci si aspetta che abbassi le pretese vista la ‘promessa’ fatta al brasiliano e l’esistenza di una clausola – a tal proposito non abbiamo comunque fin qui avuto conferme – che gli consentirebbe di liberarsi a gennaio per soli 15 milioni. Marotta e soci puntano a definire il tutto sui 30 milioni di euro, con l’inserimento magari di una contropartita, vedi Casadei.

Calciomercato Inter, Skriniar tra cessione e permanenza con rinnovo

Skriniar in azione ©LaPresse

Indisponibile per la prima uscita stagionale contro il Lugano, ieri Skriniar è stato avvistato a Milano in compagnia del compagno e amico Pinamonti. Il centrale classe ’95 avrebbe incontrato gli intermediari al lavoro per il suo trasloco al Parigi. Con la società dell’emiro ha un’intesa sui 6 milioni di euro netti, il doppio di quanto percepisce attualmente, più ricchi bonus. Se dovesse restare, cosa molto difficile (il club deve fare cassa, anche per completare la campagna acquisti) ma non del tutto impossibile, non ci sarebbero problemi per il rinnovo del suo contratto in scadenza a giugno 2023. Tra lui e l’Inter c’è infatti già una bozza di accordo sui 4,5-5 milioni netti, più o meno lo stipendio di Barella.