Dumfries sorpassa Skriniar: contatti con l’Inter e conferme sul prezzo

0
598

Potrebbe essere Dumfries la grande cessione dell’Inter in questa sessione di calciomercato estivo. Partito il grande derby inglese: le ultime

Se non Skriniar, per il quale Marotta e soci hanno alzato un muro dopo la beffa Bremer, ecco che potrebbe essere Denzel Dumfries il grande ‘sacrificio’ dell’Inter in questo calciomercato estivo. Per il terzino olandese, arrivato un anno fa per circa 15 milioni di euro bonus inclusi, è scattato un derby inglese tra Manchester United e Chelsea.

Denzel Dumfries ©LaPresse

Ten Hag è un estimatore del suo connazionale, che ha conosciuto bene in Olanda come avversario della ‘sua’ Ajax, ma prima di un eventuale assalto i ‘Red Devils’ dovrebbero privarsi di Bissaka. Ha invece più margini di manovra il Chelsea di Todd Boehly, con Tuchel che sta spingendo per avere a sua disposizione un nuovo laterale. Sfumato Mukiele, andato al Psg, i ‘Blues’ hanno già dirottato con decisione su Dumfries, già al centro dei discorsi quando le due società parlavano di Lukaku. I londinesi hanno chiesto informazioni dettagliate sul 26enne nativo di Rotterdam, con l’Inter che – secondo ‘La Gazzetta dello Sport’ – ha detto chiaramente che non tratterà a meno di 40 milioni di euro. Confermato, dunque, quanto scritto da Interlive.it lo scorso 23 maggio: per l’ex Psv i nerazzurri puntano eventualmente ad incassare almeno 40 milioni, partendo da una richiesta di 50. La cifra sarebbe stata considerata eccessiva dal Chelsea, che comunque resta forte sul calciatore.

Calciomercato Inter, ‘sacrificio’ Dumfries: Chelsea e Manchester United possono raddoppiargli lo stipendio

Dumfries in azione con l’Olanda ©LaPresse

Sia il Manchester United che il Chelsea hanno le carte in regola per ‘ingolosire’ Dumfries. Come? Proponendogli quantomeno il raddoppio dell’attuale stipendio, circa 2,5 milioni, a fronte di un contratto per le prossime cinque stagioni. In tutto, insomma, qualcosa come 25 milioni di euro netti, 35-38 lordi che, sommati ai 40 per il cartellino, porterebbero a 75-78 milioni l’investimento per lui.