L’Inter vola con Dumfries: in attacco incisivo come Lautaro

0
53

L’esterno olandese ha macinato dati impressionanti nelle prime due uscite di campionato, tanto da essere uno dei più pericolosi in attacco

Denzel Dumfries ha fatto parlare di sé nelle ultime settimane di mercato, per via dell’interesse smodato di qualche club europeo pronto ad accaparrarsi le sue prestazioni sportive per questa stagione. Nulla più di voci di corridoio però, considerata la centralità dell’esterno olandese ex PSV negli schemi di Inzaghi.

Denzel Dumfries ©LaPresse

A dare man forte a questo giudizio ci sono i dati che parlano chiaro: nella prima uscita di campionato contro il Lecce, Dumfries si è reso pericoloso in fase offensiva più di tutti gli altri suoi compagni di squadra con tre occasioni create, solo una in meno del bomber Lautaro. Inoltre, secondo quanto raccolto da ‘Tuttosport’, è al primo posto sulla base del cosiddetto “indice di verticalità“, ovvero una rilevazione che riporta il numero dei calciatori avversari saltati con una giocata (indipendentemente che essa sia un passaggio o un movimento in dribbling) dal possessore del pallone (6,5 contro i 5 di Lautaro, questa volta secondo).

Dumfries vero corridore e attaccante aggiunto, media da capogiro

Dumfries a segno con la rete decisiva contro il Lecce ©LaPresse

Per non parlare delle prestazioni meramente atletiche: il corridore olandese ha percorso una media di 11,1 chilometri, alle spalle dei soli tuttofare di centrocampo Brozovic e Barella. E in ogni caso, Dumfries è quello che ha corso di più di tutti in sprint: 1,5 chilometri. La sua velocità di punta è nettamente migliorata rispetto alle rilevazioni della scorsa stagione, staccando il resto della ciurma di Inzaghi a 33,7 chilometri orari.