Secondo tradimento: lascia l’Inter per Mourinho o la Juve

0
685

La difesa dell’Inter è finita al centro di molte voci di mercato in questi mesi. Da Skriniar a de Vrij, che ha ancora il contratto in scadenza tra un anno. Le cose potrebbero cambiare 

Tante voci intorno alla difesa dell’Inter nel corso di questa lunga e calda estate. Da Skriniar all’acquisto poi mai effettuato di Bremer passando per Stefan de Vrij, altro calciatore in scadenza a giugno 2023 e che al momento non ha ancora visto alcun rinnovo contrattuale. Il difensore centrale olandese, pupillo di Inzaghi sin dai tempi della Lazio, lo scorso anno ha offerto una stagione in leggero calo rispetto alle precedenti, finendo di tanto in tanto anche nel mirino della critica e dei tifosi.

Mourinho beffa l'Inter: tradimento de Vrij
milinkovic e de Vrij ©LaPresse

Al netto di tutto e delle voci di calciomercato che lo riguardano, de Vrij alla fine è rimasto come pilastro centrale della retroguardia a tre elementi del tecnico interista, che punta almeno per un anno ancora su di lui. Il destino dell’olandese andrà poi sviluppato con cura nei prossimi mesi alla luce di un accordo vicino alla scadenza e di un rinnovo che ad oggi non è vicino.

Calciomercato Inter, de Vrij rinnovo a rischio: idea Mourinho per la Roma

Mourinho beffa l'Inter: tradimento de Vrij
Mourinho ©LaPresse

Stefan De Vrij potrebbe davvero non rinnovare il contratto in scadenza a giugno. La distanza tra domanda (oltre i 4 milioni di euro netti più bonus) e l’offerta persiste, con l’Inter che vista l’età sempre più avanzata del centrale ex Lazio vuol giocare al ribasso rispetto ai 3,5-3,8 milioni di euro attuali percepiti.

Per de Vrij chance in Premier League dove ha stima, ma occhio anche alla Serie A. Ci può pensare la Roma oltre che la solita Juventus. Nello specifico Josè Mourinho vuole un big ogni anno per alzare livello della rosa e l’olandese per esperienza e caratteristiche sarebbe poi perfetto per la difesa a tre. Il club capitolino e quello bianconero potrebbero offrirgli un triennale da 4 milioni bonus inclusi per compiere il secondo ‘tradimento’ dopo quello alla Lazio.