Inzaghi: “Ecco il colpevole del derby. In Champions servono 10 punti”

0
139

Le ultime Inter news registrano le dichiarazioni di Simone Inzaghi in conferenza stampa alla vigilia del match di Champions contro il Bayern Monaco

Ritorna la Champions League. Inserita nel girone della morte con Barcellona e Bayern Monaco, l’Inter farà il suo esordio in casa proprio contro i campioni di Germania. Ecco le parole del tecnico Simone Inzaghi nella conferenza stampa della vigilia: “Il supporto dei tifosi è importantissimo, domani saranno di grande aiuto. Sappiano quanto è forte il nostro avversario, ma il Bayern deve essere un’opportunità dopo la delusione di sabato perché sappiamo quanto è importante il derby”.

La conferenza stampa di Inzaghi
La conferenza stampa di Inzaghi

BARELLA E BASTONI – “Parlare di singoli dopo la sconfitta di sabato non è il caso. Tutti quanti dobbiamo salire di condizione. Per quanto riguarda la formazione ho ancora diversi dubbi, domani abbiamo un altro allenamento e devo vedere i dati di oggi. Dobbiamo fare 10 punti per passare il girone che è molto più difficile dello scorso anno, ma noi siamo l’Inter. Il Bayern è tra le 3-4 candidate a vincere la Champions”.

LAZIO E MILAN – “Le sconfitte devono diventare delle opportunità. Abbiamo analizzato quella di sabato: in alcuni momenti abbiamo fatto meglio noi, in altri il Milan. Loro hanno fatto tre gol e noi due. Fino all’1-1 partita equilibrata e dopo il 3-2 meritavamo il pareggio per quanto creato”.

HANDANOVIC – “Quando si perde un derby si cercano colpevoli. Il colpevole è l’Inter e io in primis. Non solo noi, ma anche le altre candidate allo scudetto stanno viaggiando a ritmo più basso dello scorso anno. Ma tutti dobbiamo migliorare”.

MANE E LEWANDOWSKI – “Mane lo abbiamo incontrato già lo scorso anno col Liverpool. E’ un grande attaccante con una intensità pazzesca. Lewandowski è un altro grandissimo. Saranno partite difficilissime ma molto stimolanti”.

ERRORI DERBY – “Il più grande è stato smettere di fare quello che abbiamo fatto bene in 25 minuti prima del pareggio. Sono cose che possono capitare contro le grandi squadre e bisogna reagire meglio. Per buona parte della partita abbiamo gestito bene”.

MKHITARYAN – “E’ entrato molto bene: ha qualità e quantità, ci aiuterà tantissimo. E’ partito in ritardo con la preparazione e ora lavora a pieno regime. Può essere una soluzione dall’inizio o in corso d’opera”.

GOSENS – “Si sta allenando molto bene. L’anno scorso ha perso una stagione intera, tornando a disposizione ad aprile per infortunio e recidiva. Sono contento di come si sta allenando, poi spetterà a me decidere se farlo giocare titolare o da subentrante come nelle ultime tre giornate”.

BAYERN MONACO – “Ho visto le ultime due gare pareggiate: a livello di statistiche non c’era gara, ma sono stati bravi Union Berlino e Borussia Monchengladbach con aggressività a limitarli”.

SPOGLIATOIO – “Gli allenamenti di questi due giorni sono quelli che ho sempre voluto da questo gruppo straordinario. In questo momento ci sono difficoltà perché abbiamo perso i primi due big match. Al di là delle parole e delle fruste conta come ci si allena. C’è delusione ma li ho visti nel migliore dei modi. Il Bayern ci creerà tante difficoltà e dobbiamo superarle da squadra”.

CRITICHE – “Nel calcio sono quotidiane. Quelle costruttive le ascolto perché mi stimolano. Ogni giorno devo fare decine di scelte e cerco di farle per il bene dell’Inter“.