Il grande ex a tu per tu: “Dall’Inter mi aspettavo un avvio migliore. Sullo scudetto…”

0
19

Un ex nerazzurro esce allo scoperto e dice la sua sull’attuale momento di forma che sta vivendo l’Inter. Tutte le sue dichiarazioni

Reduci dall’aver vinto per 1-0 l’ultima gara di campionato giocatasi contro il Torino nello scorso sabato, i ragazzi di Simone Inzaghi, ora, non fanno nient’altro che mettere nel mirino il match di questa sera, in programma alle ore 18:45.

Il grande ex a tu per tu: "Dall'Inter mi aspettavo un avvio migliore. Sullo scudetto..."
Simone Inzaghi ©LaPresse

Difatti, così facendo, i nerazzurri daranno il via al secondo turno di Champions League e si apprestano quindi ad affrontare i padroni di casa del Viktoria Plzen. Diversi i dubbi di giornata che ‘tormentano’ il tecnico piacentino; e non a caso, uno tra questi riguarda proprio la scelta del portiere titolare (tema ormai del tutto delicato in casa Inter). Questa volta però, a dire la sua – e di conseguenza uscire allo scoperto – è stato proprio l’ormai ex calciatore nerazzurro Ivan Zamorano in pieno collegamento ‘Dazn’.

Zamorano fa chiarezza: “Mi aspettavo un avvio migliore dall’Inter. Lo scudetto? Lo abbiamo perso noi, non l’ha vinto il Milan”

Zamorano fa chiarezza: "Mi aspettavo un avvio migliore dall'Inter. Lo scudetto? Lo abbiamo perso noi, non l'ha vinto il Milan"
Tutta l’Inter festante dopo il gol dell’1-0 rifilato al Torino ©LaPresse

Dopo essere intervenuto durante il programma ‘Supertele’ – e quindi in pieno collegamento Dazn – Ivan Zamorano, ha detto la sua non soltanto sul periodo di forma che sta vivendo la ‘Beneamata’ ma anche su molto altro: “In tanti pensavamo che avrebbe iniziato un po’ meglio la stagione, però l’Inter è così.. Ogni volta c’è quella fatica di arrivare alla condizione giusta quanto prima. Per esempio, nella passata stagione abbiamo perso noi il campionato, non l’ha vinto il Milan. I ko nel derby e col Bayern a livello emozionale hanno fatto molto male alla squadra, speriamo di continuare a vincere così da avere un campionato migliore”. Da lì poi, dopo aver fatto presente tutto ciò, l’ormai ex calciatore nerazzurro, ha così concluso: “Chi tra Onana e Handanovic? Deve gestire l’allenatore. Non sappiamo quello che succede durante la settimana. Per me il portiere ha bisogno di continuità, così da trasmettere serenità alla squadra”.