Pochi minuti e voglia di andare via: Kondogbia e l’ultima spiaggia chiama Inter

0
635

Un ex nerazzurro non vive un grande momento dal punto di vista personale. Troppa panchina e possibile addio a gennaio: occhio ad un eventuale e remoto cavallo di ritorno 

Non è stato un grande avvio di stagione quello di Geoffrey Kondogbia, troppo spesso escluso dall’undici titolare di Diego Pablo Simeone, e sempre meno importante nell’economia del gioco e del progetto dell’Atletico Madrid. Il centrafricano di origini francesi, con un passato travagliato all’Inter, non è affatto soddisfatto del suo minutaggio con i ‘Colchoneros’ soprattutto dopo essere stato escluso a favore di Koke nella gara di Champions contro il Bayer Leverkusen.

Kondogbia ritorno all'Inter
Kondogbia ©LaPresse

Salgono quindi le quotazioni relative ad un utilizzo inferiore rispetto allo scorso anno, che chiaramente non entusiasma Kondogbia, il quale potrebbe anche veder cambiato il proprio futuro. I numeri fin qui sono poi lo specchio del malumore: appena tre presenze i cinque giornate di Liga con 199 minuti giocati e neanche un minuto in campo in due partite di Champions League.

Calciomercato Inter, Kondogbia non è centrale con Simeone: suggestione in salsa nerazzurra

Kondogbia ritorno all'Inter
Diego Simeone © LaPresse

Cifre in calo quelle di Kondogbia, che secondo quanto evidenziato da ‘Todofichajes.com’ starebbe pensando di cambiare squadra nel caso in cui non ritrovasse regolarità. Alla luce di questo cambio di importanza inoltre l’Atletico starebbe un altro centrocampista importante in vista della prossima sessione di gennaio tanto che il ragazzo avrebbe dato mandato al suo agente di ascoltare le eventuali offerte per valutare il suo futuro a Madrid.

I prossimi mesi segneranno il futuro di Kondogbia, che senza continuità cambierebbe aria. In tal senso non va escluso del tutto che il centrafricano di origini francesi possa venir offerto anche alla stessa Inter di Simone Inzaghi, nell’idea di raccogliere poi l’eredità di Roberto Gagliardini, che è in scadenza a giugno 2023. Una sorta di Kondogbia 2.0 con meno aspettative e maggiore consapevolezza. Ipotesi comunque alquanto remota per un calciatore mai rimpianto dalle parti di San Siro.