Xavi avvisa l’Inter: “Partita non decisiva ma vogliamo dominare. Siamo il Barça”

0
65

Xavi mette in guardia l’Inter e guarda già al match di domani. Le parole rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Barcellona

Ancora ventiquattro ore di tempo ad una delle sfide più sentite degli ultimi anni per i nerazzurri. Una gara non da dentro o fuori ma che potrebbe anche iniziare a risultare decisiva per le sorti del proprio cammino in Champions; sia per l’Inter che per il Barcellona. Lo sanno bene infatti entrambi i tecnici e questa volta, a dire la sua, ci ha pensato lo stesso Xavi Hernandez durante la propria conferenza stampa.

Xavi avvisa l'Inter: "Partita non decisiva ma vogliamo dominare. Siamo il Barça"
Xavi Hernandez ©LaPresse

Ecco le sue parole raccolte da Interlive.it:

SULLA GARA DI DOMANI – “Vogliamo dominare, avere il possesso palla e giocare nella metà campo avversaria per gran parte dei 90 minuti. L’idea resta questa. Non dovremo far altro che dimostrare di essere il Barcellona. È una partita non cruciale, non decisiva, però molto importante per il gruppo e per il futuro in Champions“.

UN PENSIERO SUL MOMENTO DELL’INTER – “Beh, lo stato di forma non è significativo. L’Inter ha un sistema difensivo molto forte e un modulo diverso rispetto a quelli affrontati finora. Inzaghi lavora bene in attacco, ha due punte e in Spagna è difficile trovare qualcuno che giochi così. È un avversario forte, difficile da sfidare”.

SULLA FORMAZIONE – “Ho già bene in mente la formazione da schierare. In serata svolgeremo un altro allenamento e spero che non ci sarà alcuna complicazione”.

SERGI ROBERTO – “Ho già parlato benissimo di lui in passato. Può giocare da jolly, da regista, da interno, da esterno, anche da difensore in caso di emergenza. Lo valorizziamo molto ed è importantissimo. Per noi è una garanzia e lo stesso discorso vale anche per Marcos Alonso. E’ un acquisto straordinario ed è uno dei pochi mancini che abbiamo”.

LEWANDOWSKI – “Vanta numeri impressionanti e la sua efficacia è tremenda. E’ un calciatore strepitoso. I suoi gol sono sempre i benvenuti, anche se dobbiamo iniziare a segnare di più”.

LA SCELTA SU LAUTARO – “È un calciatore importante. Ha le due cose che servono a un attaccante: cerca gli spazi e conclude. Vediamo se giocherà o meno”.

SUL BAYERN – “Per me a Monaco siamo stati superiori rispetto al Bayern. Abbiamo giocato meglio di loro. Ora siamo in un momento positivo e dobbiamo dimostrarlo sin dal primo minuto”.

SUGLI INFORTUNI – “Abbiamo entrambi assenze pesanti, ma l’Inter ha grandissime e validissime alternative. Il blocco di Inzaghi è molto forte, sia in difesa che in attacco. Per esempio anche contro la Roma non avrebbero meritato di perdere”.