Flop e doppio pericolo: la Premier ‘chiama’ Brozovic

0
303

Marcelo Brozovic, al netto dell’infortunio recente, resta un pilastro dell’Inter del passato, del presente e probabilmente del futuro. Dall’Inghilterra però tra un anno potrebbero tornare all’assalto 

Marcelo Brozovic, durante l’ultima sosta per le nazionali, è sceso in campo con la sua Croazia incappando però in un infortunio che lo terrà ai box per circa 3/4 settimane, privando l’Inter di uno dei suoi pilastri assoluti. Lo scorso anno il croato si è dimostrato insostituibile e in queste prime uscite senza di lui Simone Inzaghi sta provando a trovare la soluzione migliore: prima Asllani contro la Roma, e poi Calhanoglu adattato da play basso contro il Barcellona in Champions. Intanto il numero 77 non ha nient’altro in testa che non sia il suo rientro in campo, mentre la squadra va a caccia della quadra più adatta per non soffrire in modo eccessivo la sua assenza.

Beppe Marotta © LaPresse

A dir poco insostituibile Brozovic lo scorso anno, quando era il filtro perfetto per la difesa e dettava a meraviglia ritmi e tempi di gioco di tutta la squadra meneghina. Il suo nome, al netto dell’infortunio, resta tra quelli più in voga, e nonostante il rinnovo di qualche mese fa potrebbe tornare in auge in ottica mercato.

Calciomercato Inter, allo United il flop è Casemiro: idea Brozovic ma piace anche a Klopp

Marcelo Brozovic ©LaPresse

C’è chi come il Manchester United in estate ha fatto un investimento gigantesco per portare ad Old Trafford un mediano navigato e vincente come Casemiro. Ten Hag però finora gli ha concesso molto meno spazio del previsto, con tanta panchina e un rendimento poco convincente. In relazione anche al prezzo pagato il brasiliano rischia di rivelarsi un vero flop, e nel caso in cui non entrasse nel gioco dello United, il club inglese la prossima estate potrebbe anche andare su un calciatore diverso per quella posizione.

In questo senso l’idea potrebbe essere proprio Brozovic, che però in Premier piace da tempo al Liverpool di Jurgen Klopp, fermo restando l’intenzione dell’Inter di non privarsene.