Meglio da subentrante: Mkhitaryan il jolly che fa comodo a Inzaghi

0
52

Mkhitaryan si rivela ancora una volta la vera e propria arma in più di questa Inter. Ecco spiegato perché Inzaghi ci punta molto

L’Inter riparte daccapo e prova a mettersi tutto alle spalle, proprio come certificato dalla vittoria di ieri. Difatti, grazie al successo maturato per 1-2 al ‘Mapei Stadium’, i nerazzurri sono così riusciti a rilanciarsi in classifica e di conseguenza a guadagnare nuovamente ‘terreno’ sulla Juventus, uscita sconfitta nella trasferta del ‘Meazza’ contro il Milan.

Simone Inzaghi ©LaPresse

Diversi i segnali incoraggianti che a questo punto possono e devono far sorridere – anche se non del tutto – Simone Inzaghi (a partire proprio dalla doppietta di Dzeko). Tralasciando quanto di buono fatto dal bosniaco però, ad aver consentito ai nerazzurri di espugnare il ‘Mapei’, sono state sicuramente anche le splendide prestazioni offerte da parte di giocatori come: Acerbi, Dumfries ed infine Mkhitaryan (autore di un assist fornito nella ripresa tra l’altro). Una volta arrivati a questo punto quindi, ecco che l’armeno si candida prepotentemente ad essere uno dei punti di forza di questa nuova Inter.

Inter, Mkhitaryan fa sorridere Inzaghi: il punto sul rendimento dell’armeno

Henrikh Mkhitaryan ©LaPresse

Dopo la splendida prestazione offerta in quel del ‘Meazza’ contro il Barcellona nello scorso martedì, Henrikh Mkhitaryan, nella giornata di ieri, è stato in grado di regalare anche lui – proprio come Dzeko – una gioia a tutti i tifosi interisti. Non a caso infatti, grazie all’assist al bacio fornito al bosniaco, gli attuali vice campioni d’Italia sono riusciti a portarsi in vantaggio sui neroverdi e di conseguenza ad avere la meglio sulla squadra di Dionisi. L’ex mezz’ala della Roma per l’appunto, è entrato con personalità nella ripresa ed è stato in grado di dare equilibrio a tutta l’Inter, sia in fase di possesso che non. Così facendo insomma, l’armeno sta continuando a confermarsi su ottimi livelli e a mettere in seria difficoltà Inzaghi a suon di ottime giocate.